Pubblicità

Mio figlio di 10 mesi all'asilo nido (143785)

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 571 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Margheita 21

Buongiorno, sono mamma di un bimbo di quasi 5 mesi. A settembre, per esigenze inerenti lo studio dovrò mandare mio figlio, ormai di 10 mesi al'asilo nido. Sono preoccupata perchè sono convinta, anche dopo aver letto studi psicologici in merito, che i primi tre anni di vita siano molto importanti per lo sviluppo del bambino e che quindi questi debbano essere passati vicino alla madre. Penso che lui possa soffrirne del distacco, e che la mancanza della figura materna per parecchie ore della giornata, potrebbe risentirne. Probabilmente, sono solo mie paranoie ma vorrei avere il vostro parere per stare tranquilla. Vi ringrazio cortesemente. Distinti Saluti

Salve Margherita, il vero obiettivo, nei primi anni di vita di un bambino, è costruire una "base sicura", un ambiente in cui sentirsi sicuro, e questo deriva dal costruire relazioni affettive stabili. Quindi, si tratta di avere interazioni di qualità, in cui lo scambio relazionale, tra emozioni e stimoli comportamentali, sia ricco e integrale.
Secondo questo punto di vista, l'ambiente dell'asilo nido, che si affianca ma non si sostituisce all'ambiente familiare e alle relazioni con i genitori, può essere stimolante e favorire la crescita del bambino. Dipende, naturalmente, dalle situazioni specifiche e dalle dinamiche che si realizzano nel contesto educativo e anche dall'atteggiamento dei genitori quando avviano il bambino all'asilo nido, ovvero se c'è ansia oppure fiducia nelle educatrici.

(Risponde il Dott. Renato Vignati)

Pubblicato in data 07/06/2010
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Infanzia per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mio marito ha un disturbo? [16…

Francesca, 36 anni. Salve, ho un problema con mio marito. Lui ha 39 anni e siamo sposati da 12. Da 3 ha un'azienda tutta sua di idraulica, fa impianti, ec...

Vivo ogni giorno con sempre me…

  lola, 23 anni   Salve, sono una ragazza di 23 anni e soffro di molti dei settori sopra indicati..avrei davvero bisogno di sfogarmi con qualcun...

Come offrire aiuto ad una amic…

Soffice, 42 anni     Buongiorno, ho un’amica che soffre di dipendenza affettiva nei confronti del proprio compagno, da 20 anni. Abbiamo entra...

Area Professionale

Esame di Stato Psicologi 2021

In questo breve articolo ci soffermeremo sulla modalità di svolgimento dell'Esame di Stato (EDS) per la professione di Psicologo/a, ad un anno dall'esperienza p...

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Le parole della Psicologia

Bad trip

Con l'aggiunta dell'aggettivo bad (bad trip), si indicano in specifico le esperienze psico-fisiche definibili come negative o spiacevoli per il soggetto. In it...

Disturbo Antisociale di Person…

La prevalenza del DAP è pari al 3% nei maschi e all'1% nelle femmine nella popolazione generale, e aumenta al 3-30% in ambiente clinico. Percentuali di preva...

Nevrastenia

Termine introdotto dal medico statunitense Beard, nel 1884, per designare un quadro clinico, caratterizzato da stanchezza fisica e mentale, irritabilità, insonn...

News Letters

0
condivisioni