Pubblicità

Musica e psiche

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1453 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
La musica ha un ruolo primario nel produrre sensazioni di benessere psichico; ora i ricercatori stanno studiando come ciò accada ed in che modo la musica influisca effettivamente sulla nostra psiche. Sono già noti per esempio gli effetti della musica nel produrre il rilassamento, come anche in alcune gravi condizioni di coma, nel tentativo di ridestare alla coscienza i soggetti attraverso la rievocazione di memorie associate a determinati brani musicali per loro significativi. “La musica è percepita istintivamente come positiva - dice il dott. O.J.Sahler, pediatra, psichiatra ed oncologo presso l’Università del Rochester Medical Center di New York - ..ed è noto come il ritmo e la melodia possano essere usate per indurre determinati stati emotivi sulle persone. Diversi studi recenti si stanno quindi occupando di capire meglio in base a quali meccanismi la musica, se suonata, cantata o semplicemente ascoltata, influisca in senso psichico sulle persone”.

Poiché la musica è così fortemente collegata alle emozioni, nella musicoterapia essa viene utilizzata come uno strumento per modulare l’umore e produrre sensazioni di benessere nei pazienti; in alcune forme di musicoterapia (per esempio nella “Isomoodic Therapy”) terapeuta e paziente scelgono uno specifico brano musicale che ritengono in armonia col proprio umore e vi lavorano per più sessioni selezionando e amplificando le sensazioni positive che provengono dal suo ascolto.

“Immaginiamo di essere molto adirati – dice il dott. Sahler – e di poter esprimere attraverso la musica questa emozione; apprendendo una corretta modalità di gestione di tali stati emotivi attraverso il medium musicale ed esprimendoli quindi in tale maniera non distruttiva si può raggiungere un maggiore equilibrio interiore”.

In altri casi la musica può servire quale veicolo di espressione del sé e delle proprie potenzialità creative, nonché rappresentare uno dei canali primari per esprimere sentimenti difficilmente verbalizzabili. Recentemente sono stati rilevati notevoli benefici dall’applicazione musicoterapeutica in alcune forme psicopatologiche collegate a problematiche di tipo ossessivo-compulsivo, disturbo iperattivo ed anche nelle forme autistiche.

Tratto da:” Music Therapy Heals Young and Old” - ABCNews.com – Aug.02

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia e inadeguatezza (1570737…

Limmy6, 21 Sono una studentessa universitaria e da quando ho iniziato non ho avuto mai problemi a parlare con gli altri e a fare nuove amicizie. Conosco e ...

Indecisione e paura di essere …

Dusy, 31 Purtroppo penso che la mia storia sia arrivata al termine. sono 10 anni che sono fidanzata di cui 4 di convivenza e prima di questa una storia, di...

Non so più cosa voglio (156899…

Giusy, 33 Buongiorno, scrivo perchè negli ultimi mesi ci sono stati degli accadimenti che hanno stravolto un pò la mia vita. ...

Area Professionale

Articolo 39 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.39 (Formazione e informazione), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo...

Articolo 38 - il Codice Deonto…

Con il commento all'art.38 (decoro e dignità professionale) prosegue, su Psiconline.it, il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana...

Articolo 37 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.37 (competenze e limiti), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo setti...

Le parole della Psicologia

Noia

La noia è uno stato psicologico ed esistenziale di insoddisfazione, temporanea o duratura, nata dall'assenza di azione, dall'ozio o dall'essere impegnato in un...

Abreazione

Il termine fu coniato da Freud e Breuer nel 1895 per designare il meccanismo inconscio, secondo il quale un individuo si libera dall’affetto connesso ad un even...

Riserva cognitiva

Alla fine degli anni Ottanta viene riconosciuta e definita la capacità individuale di resistere al deterioramento cognitivo fisiologico o patologico. Possono e...

News Letters

0
condivisioni