Pubblicità

Musica e sorrisi sollevano il morale e abbassano la pressione

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 391 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

MILANO­ – Ascoltare musica, canticchiare e farsi delle belle risate, secondo quanto affermano alcuni ricercatori dell’Università di Osaka, non sarebbe solo un toccasana per l’umore, ma servirebbe anche a tenere a bada la pressione del sangue che tende ad alzarsi troppo. Lo studio, presentato recentemente ad Atlanta durante la conferenza dell’ American Heart Association mostra infatti che i partecipanti a sedute allietate da canzoni e sorrisi registrano una diminuzione della pressione arteriosa non solo nell’immediato, ma anche a distanza di qualche mese.

 

LO STUDIO – La ricerca ha coinvolto un’ottantina di adulti divisi in tre gruppi che, per un’ora ogni due settimane, hanno partecipato per un totale di tre mesi a sessioni in cui cantavano e ascoltavano musica oppure assistevano a una sit-com e partecipavano a sedute di “yoga della risata”, una pratica che sfrutta l’attività di ridere come esercizio respiratorio. Un ultimo gruppo, che doveva fungere da pietra di paragone, non svolgeva invece nessuna particolare attività. Nei partecipanti ai gruppi di musica e risate i ricercatori hanno registrato, subito dopo ogni seduta, una riduzione media della pressione rispettivamente di 6 e di 7 mmHg.

 

Tratto da: "corriere.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

La Sindrome di Stendhal

Patologia  psicosomatica, caratterizzata  da un senso di malessere diffuso provato di fronte alla visione di opere d’arte di straordinaria bellezza. ...

Pornografia

Per definire un materiale o contenuto con il termine di ‘pornografia’ è necessario che “una rappresentazione pubblica sia esplicitament...

Erotomania

In psichiatria è un tipo di disturbo delirante in cui il paziente ha la convinzione infondata e ossessiva che un'altra persona provi sentimenti amorosi nei suoi...

News Letters

0
condivisioni