Pubblicità

Musica, un grande conforto per i malati terminali

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 390 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)


Un articolato studio a cura di un team di ricercatori composto dal professor Sandi Curtis –  specializzato in musicoterapia presso la Concordia University Department of Creative Arts Therapies – alcuni studenti della facoltà, musicisti di un’orchestra sinfonica e un professionista che opera presso un reparto ospedaliero di cure palliative, ha dimostrato come la musica possa essere di grande aiuto e conforto per i pazienti terminali o i malati cronici confinati in un letto d'ospedale o casa di riposo.

«Il nostro studio ha mostrato come la musicoterapia si è dimostrata efficace nel migliorare il sollievo dal dolore, il comfort, il relax, l'umore, la fiducia, la resistenza, la qualità della vita e il benessere nei pazienti», ha dichiarato Curtis sulle pagine di Music and Medicine, su cui è stato pubblicato lo studio.
La ricerca è durata tre anni. Durante questo periodo i beneficiari sono stati 371, di entrambi i sessi e di età compresa tra i 18 e i 101 anni.

 

Tratto da: " lastampa.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Marito assente (156491757332)

  sossie, 50 Sono sposata da 25 anni ed ho due splendidi ragazzi di 15 e 11 anni. 10 anni fa dopo la nascita del secondo figlio mio marito di anni 50...

Carla (1564835062431)

  carla, 30 Buongiorno, vi scrivo perché sto veramente male, sono fidanzata da 3 anni col il mio compagno con cui ho avuto una bambina pochi mesi fa ...

Relazione a distanza (15648262…

sara, 22 Salve, avrei un problema che mi blocca da giorni e vorrei un consiglio. Io e il mio ragazzo abbiamo una relazione a distanza da circa un anno (io it...

Area Professionale

Articolo 30 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.30 (compenso professionale), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo se...

Articolo 29 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.29 (uso presidi), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo settimana spi...

Articolo 28 - il Codice Deonto…

Con il commento all'art.28 (vita privata e vita professionale) prosegue su Psiconline.it il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settiman...

Le parole della Psicologia

Binge Eating Disorder

Non si conosce ancora la causa esatta del BED (binge Eating Disorder), anche perché è una patologia da poco individuata e studiata come categoria a sé stante (s...

Ansia da separazione

La causa alla base di questa esperienza nel successivo sviluppo di un disturbo mentale non ha più significato senza l’interazione di altri fattori che contribui...

Ailurofobia

La ailurofobia o elurofobia comp. di ailuro-, dal gr. áilouros ‘gatto’, e -fobia. è la paura irrazionale e persistente dei gatti. La persona che manifesta ques...

News Letters

0
condivisioni