Pubblicità

Neopapà, alcuni consigli perfavorire il legame con il bebè

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 674 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Importante è non avere fretta e credere nelle proprie capacità

Ad alcuni papà viene spontaneo interagire con i piccoli di casa, al punto da comportarsi come dei “mammi”: se ne avessero la possibilità, alcuni allatterebbero persino. Ad altri uomini, invece, non riesce semplice avere a che fare con neonati, poppate e alzatacce notturne. Ecco allora, per questi ultimi, alcuni consigli per imparare a familiarizzare con i loro frugoletti e per creare con loro un legame speciale.
Consiglio n°1: parlare con il pancione. Per sfruttare al massimo il tempo a disposizione al fine di creare un legame con vostro figlio/figlia, provate a iniziare a parlare con lui/lei quando è ancora nella pancia della mamma, magari leggendo delle favole o delle filastrocche.
sac longchamp pliage pas cher sac longchamp soldes louis vuitton borse louboutin pas cher air jordan pas cher air max bw pas cher Consiglio n°2: non avere fretta. Anche se il piccolo nelle prime settimane di vita sembra non avere occhi (e orecchie, e naso, e attenzioni…) se non per la mamma, non abbattetevi: arriverà il vostro momento.

 

 

 

Tratto da salute24.ilsole24ore.com Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Morte del padre senza emozioni…

 bianca, 54 anni     Buongiorno Dottori, da qualche settimana è morto mio padre di 81 anni dopo una breve malattia. Non ho mai avuto un b...

Il mio fidanzato mi umilia [1…

Ragazza991, 19 anni         Buonasera,   sono fidanzata da due anni, e ormai è da un anno o poco più che ogni volta che gl...

Aiuto [1610926691822]

Brigida, 38 anni     Buonasera, sono una mamma disperata. Vi scrivo per un consulto in merito a mia figlia Giulia di 9 anni. Da un annetto circ...

Area Professionale

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Le parole della Psicologia

Odio

Sentimento antitetico all'amore, caratterizzato dal desiderio durevole di danneggiare o distruggere uno specifico oggetto che può essere anche il proprio Sé o l...

Funzione riflessiva

“La funzione riflessiva è l’acquisizione evolutiva che permette al bambino di rispondere non solo al comportamento degli altri, ma anche alla sua concezione dei...

Prosopoagnosia

La prosopoagnosia (o prosopagnosia) è un deficit percettivo del sistema nervoso centrale che impedisce il riconoscimento dei volti delle persone (anche dei fami...

News Letters

0
condivisioni