Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

NEW TECHNOLOGIES SHED LIGHT ON SCHIZOPHRENIA

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 171 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Diffusion tensor imaging, a type of MRI, relates the size of key brain-fiber bundles to different neuropsychological signs Researchers at the Boston Veterans Affairs Health Care System – Brockton Division, Harvard Medical School, and the University of Massachusetts-Boston are using new imaging technology to gather valuable information about the brains of people with schizophrenia. This new variety of magnetic resonance imaging (MRI) is called diffusion tensor imaging (DTI). Using DTI on patients with schizophrenia, neuropsychologists have related smaller sizes in two distinct webs of brain fibers to two distinct types of cognitive malfunction. The findings appear in the October issue of Neuropsychology, which is published by the American Psychological Association (APA).

Diffusion tensor imaging (DTI) uses a regular MRI machine to analyze the movement of water molecules in and around the fibers that connect different parts of the brain. Neuroscientists use DTI to track indicators of brain “connectivity” – factors such as the number, thickness, density and arrangement of axons (the hair-like extensions of neurons, which send messages to other neurons) and thickness of the insulating/conducting fatty myelin sheath in which they are embedded. If weaker structural integrity reduces connectivity, lead author Paul Nestor, PhD, says it may mean that, “different brain areas do not communicate as well – with less synchrony or harmony, akin to an orchestra or band playing out of synch.”

The researchers conducted neuropsychological tests on 41 patients with schizophrenia and 46 healthy controls, and used DTI scans on a 14-person subset of people with schizophrenia and healthy controls, a sample size typical of seminal studies of the human brain and comparable to early studies using functional MRI.

tratto da APA Press Releases - continua la lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Elaborazione del lutto (152630…

paola, 50     Buongiorno, scrivo per ricevere un buon consiglio riguardo una situazione delicata. Il fidanzato di mia figlia frequenta l'universi...

Fine di un amore senza motivo …

tz86, 31     Buongiorno, è circa un mese che sono stato lasciato dalla mia ragazza. Una relazione breve, circa un anno. Ma molto intensa e bella...

Difficoltà nelle relazioni con…

io, 25     Lavoro in un codominio come portiere, da un po' di tempo ho come la sensazione che si approffitino di me. ...

Area Professionale

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Obesità e Confine del Sé nel T…

In tutti i disturbi del comportamento alimentare, ed in particolare nell'obesità, troviamo le problematiche relative alla dimensione del dare/avere e del dentro...

Le parole della Psicologia

Maternage

In psicologia, il maternage è il complesso di atteggiamenti ed azioni implicati nel rapporto madre-figlio, soprattutto nei primissimi anni, che possono essere i...

Lo stereotipo

Il termine stereotipo deriva dalle parole greche "stereos" (duro, solido) e "typos" (impronta, immagine, gruppo), quindi "immagine rigida". Si tratta di...

Gimnofobia

Il termine, dal greco “gymnos” (nudo) e “phobos” (paura), definisce la paura persistente, anormale ed ingiustificata per la nudità Coloro che soffrono di quest...

News Letters

0
condivisioni