Pubblicità

NEW TECHNOLOGIES SHED LIGHT ON SCHIZOPHRENIA

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 197 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Diffusion tensor imaging, a type of MRI, relates the size of key brain-fiber bundles to different neuropsychological signs Researchers at the Boston Veterans Affairs Health Care System – Brockton Division, Harvard Medical School, and the University of Massachusetts-Boston are using new imaging technology to gather valuable information about the brains of people with schizophrenia. This new variety of magnetic resonance imaging (MRI) is called diffusion tensor imaging (DTI). Using DTI on patients with schizophrenia, neuropsychologists have related smaller sizes in two distinct webs of brain fibers to two distinct types of cognitive malfunction. The findings appear in the October issue of Neuropsychology, which is published by the American Psychological Association (APA).

Diffusion tensor imaging (DTI) uses a regular MRI machine to analyze the movement of water molecules in and around the fibers that connect different parts of the brain. Neuroscientists use DTI to track indicators of brain “connectivity” – factors such as the number, thickness, density and arrangement of axons (the hair-like extensions of neurons, which send messages to other neurons) and thickness of the insulating/conducting fatty myelin sheath in which they are embedded. If weaker structural integrity reduces connectivity, lead author Paul Nestor, PhD, says it may mean that, “different brain areas do not communicate as well – with less synchrony or harmony, akin to an orchestra or band playing out of synch.”

The researchers conducted neuropsychological tests on 41 patients with schizophrenia and 46 healthy controls, and used DTI scans on a 14-person subset of people with schizophrenia and healthy controls, a sample size typical of seminal studies of the human brain and comparable to early studies using functional MRI.

tratto da APA Press Releases - continua la lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto (1539692710493)

JESSICA,40     Vivo un periodo difficile, dove l'ex del mio compagno fa di tutto per farti saltare le rotelle...e ci riesce, mi spia nei social, ...

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Personalità

“Esistono bisogni emotivi primitivi, esistono bisogni di evitare la punizione e di conservare il favore del gruppo sociale, esistono bisogni di mantenere l’armo...

Spasmi affettivi

Gli spasmi affettivi sono manifestazioni caratterizzate dalla perdita temporanea di respiro conseguente ad una situazione di disagio o di rabbia del bambino. Q...

Eisoptrofobia

L'eisoptrofobia o spettrofobia (da non confondere con la paura degli spettri, phasmofobia) è la paura persistente, irrazionale e ingiustificata degli specchi, o...

News Letters

0
condivisioni