Pubblicità

NEW TECHNOLOGIES SHED LIGHT ON SCHIZOPHRENIA

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 213 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Diffusion tensor imaging, a type of MRI, relates the size of key brain-fiber bundles to different neuropsychological signs Researchers at the Boston Veterans Affairs Health Care System – Brockton Division, Harvard Medical School, and the University of Massachusetts-Boston are using new imaging technology to gather valuable information about the brains of people with schizophrenia. This new variety of magnetic resonance imaging (MRI) is called diffusion tensor imaging (DTI). Using DTI on patients with schizophrenia, neuropsychologists have related smaller sizes in two distinct webs of brain fibers to two distinct types of cognitive malfunction. The findings appear in the October issue of Neuropsychology, which is published by the American Psychological Association (APA).

Diffusion tensor imaging (DTI) uses a regular MRI machine to analyze the movement of water molecules in and around the fibers that connect different parts of the brain. Neuroscientists use DTI to track indicators of brain “connectivity” – factors such as the number, thickness, density and arrangement of axons (the hair-like extensions of neurons, which send messages to other neurons) and thickness of the insulating/conducting fatty myelin sheath in which they are embedded. If weaker structural integrity reduces connectivity, lead author Paul Nestor, PhD, says it may mean that, “different brain areas do not communicate as well – with less synchrony or harmony, akin to an orchestra or band playing out of synch.”

The researchers conducted neuropsychological tests on 41 patients with schizophrenia and 46 healthy controls, and used DTI scans on a 14-person subset of people with schizophrenia and healthy controls, a sample size typical of seminal studies of the human brain and comparable to early studies using functional MRI.

tratto da APA Press Releases - continua la lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Disturbo post-traumatico da st…

I principali sintomi associati al Disturbo post-traumatico da stress possono essere raggruppati in tre specie: ...

Zoosadismo

E’ un disturbo psichiatrico che porta l'individuo a provare piacere nell'osservare o nell'infliggere sofferenze o morte ad un animale Lo zoosadismo, termine in...

Autostima

L'autostima è il processo soggettivo e duraturo che porta il soggetto a valutare e apprezzare se stesso tramite l'autoapprovazione del proprio valore personale ...

News Letters

0
condivisioni