Pubblicità

Nuovi trattamenti per il disturbo di iperattività

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 308 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Si chiama ADHD Impact Module ed è un nuovo strumento per la valutazione dell’impatto del disturbo di iperattività con deficit attentivo (ADHD è l’acronimo in lingua inglese delle parole “attention deficit hyperactivity disorder”) sul soggetto e sulla qualità di vita famigliare.

L’AIM è uno strumento di valutazione sviluppato dalla HealthAct Inc. in oltre quattro anni di studi e ricerche sul campo, presentato recentemente sulla rivista “Archives of Pediatrics and Adolescent Medicine”che consente la rilevazione in tempi brevi di una serie di informazioni sullo stile di vita dei soggetti con questo tipo di disturbo e si applica secondo un sistema di continuo monitoraggio nel processo di trattamento. Il disturbo di iperattivtà e deficit attentivo influisce sulla vita quotidiana dei soggetti in molti modi, ma soprattutto attraverso i sintomi primari, che consistono appunto in condotte iperattive, impulsività, disattenzione, mancanza di concentrazione, etc.. Rispetto ai precedenti strumenti di valutazione per questo disturbo l’AIM presenta la possibilità di rilevarne l’impatto soprattutto in termini di vissuto quotidiano e nell’interazione famigliare; l’ADHD, in quanto condizione patologica cronica , viene infatti valutata in maniera longitudinale attraverso un monitoraggio costante delle varie attività del soggetto nel tempo rilevandone gli eventuali valori critici e flessioni in termini di rendimento e qualità delle interazioni individuali.

Si calcola che siano circa 4 milioni i ragazzi nei soli Stati Uniti cui è stato diagnosticato recentemente il disturbo attentivo da iperattività, mentre è stato calcolato in 20 milioni il numero di prescrizioni raggiunto lo scorso anno per i farmaci stimolanti utilizzati per contrastare questo disturbo.

Tratto da:” New Module Helps Physicians Monitor, Treat Adhd Patients” - NewsRx.com - Jun02

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Nevrastenia

Termine introdotto dal medico statunitense Beard, nel 1884, per designare un quadro clinico, caratterizzato da stanchezza fisica e mentale, irritabilità, insonn...

Mania

L. Binswanger (Melanconia e mania, 1960) ha messo in evidenza come nella mania vi sia una destrutturazione della dimensione temporale della vita psichica che no...

Fobie

Nel DSM-IV la fobia specifica è definita come la "paura marcata e persistente, eccessiva o irragionevole, provocata dalla presenza o dall'attesa di un oggetto o...

News Letters

0
condivisioni