Pubblicità

Nuovi trattamenti per il disturbo di iperattività

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 283 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Si chiama ADHD Impact Module ed è un nuovo strumento per la valutazione dell’impatto del disturbo di iperattività con deficit attentivo (ADHD è l’acronimo in lingua inglese delle parole “attention deficit hyperactivity disorder”) sul soggetto e sulla qualità di vita famigliare.

L’AIM è uno strumento di valutazione sviluppato dalla HealthAct Inc. in oltre quattro anni di studi e ricerche sul campo, presentato recentemente sulla rivista “Archives of Pediatrics and Adolescent Medicine”che consente la rilevazione in tempi brevi di una serie di informazioni sullo stile di vita dei soggetti con questo tipo di disturbo e si applica secondo un sistema di continuo monitoraggio nel processo di trattamento. Il disturbo di iperattivtà e deficit attentivo influisce sulla vita quotidiana dei soggetti in molti modi, ma soprattutto attraverso i sintomi primari, che consistono appunto in condotte iperattive, impulsività, disattenzione, mancanza di concentrazione, etc.. Rispetto ai precedenti strumenti di valutazione per questo disturbo l’AIM presenta la possibilità di rilevarne l’impatto soprattutto in termini di vissuto quotidiano e nell’interazione famigliare; l’ADHD, in quanto condizione patologica cronica , viene infatti valutata in maniera longitudinale attraverso un monitoraggio costante delle varie attività del soggetto nel tempo rilevandone gli eventuali valori critici e flessioni in termini di rendimento e qualità delle interazioni individuali.

Si calcola che siano circa 4 milioni i ragazzi nei soli Stati Uniti cui è stato diagnosticato recentemente il disturbo attentivo da iperattività, mentre è stato calcolato in 20 milioni il numero di prescrizioni raggiunto lo scorso anno per i farmaci stimolanti utilizzati per contrastare questo disturbo.

Tratto da:” New Module Helps Physicians Monitor, Treat Adhd Patients” - NewsRx.com - Jun02

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Superare una violenza subita (…

Cima, 23     Quasi due anni fa sono stata violentata da un ragazzo che conosco. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Identificazione

L’identificazione è quel processo psicologico, attraverso il quale un individuo assume una o più caratteristiche di un altro soggetto, modificandosi parzialme...

Tecnostress - Tecnofobia

Il Tecnostress (o tecnofobia) è una patologia che scaturisce dall'uso eccessivo e simultaneo di quelle informazioni che vengono veicolate dai videoschermi. Ess...

Mobbing

Il termine mobbing deriva dall’inglese “to mob” e significa assalire, soffocare, malmenare. Questo termine fu utilizzato per la prima volta in etologia da Konra...

News Letters

0
condivisioni