Pubblicità

Obesi per imitazione

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 555 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

A farci diventare obesi sono soprattutto gli amici, i fratelli e i coniugi. Sono queste le conclusioni di una ricerca americana finanziata da una borsa di studio dei National Institutes of Health su un campione di circa 12 mila persone, seguite per più di 30 anni.Dai dati emerge che le relazioni sociali degli individui esercitano un'influenza significativa sulla diffusione dell'obesità.

Ad esempio, le probabilità che una persona diventi obesa aumentano del 57% se un suo amico (dello stesso sesso) diventa a sua volta obeso. Se si tratta di un amico intimo, la probabilità cresce del 171%. Esaminando coppie di fratelli maschi, gli studiosi hanno calcolato che se uno dei due diventa obeso, la probabilità che anche l'altro lo segua sulla stessa strada aumenta del 44%. Nel caso di coppie di sorelle, la percentuale è del 67%. L'aumento del rischio è invece del 37% se a diventare obeso è uno dei due coniugi. Questi effetti si manifestano anche se c'è una certa distanza geografica tra le due persone esaminate.

Tratto da "Altroconsumo.it" - prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Ansia

L’ansia è una sensazione soggettiva caratterizzata da un senso spiacevole di apprensione e preoccupazione spesso accompagnata da sintomi fisici di tipo autonomi...

Resilienza

Quando parliamo di resilienza ci riferiamo alla quella capacità di far fronte in modo positivo a degli eventi traumatici riorganizzando positivamente la propria...

Disturbo Antisociale di Person…

La prevalenza del DAP è pari al 3% nei maschi e all'1% nelle femmine nella popolazione generale, e aumenta al 3-30% in ambiente clinico. Percentuali di preva...

News Letters

0
condivisioni