Pubblicità

Object Recognition Improves When Other Objects Appear in the Same Orientation

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 281 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
A rose by any other name may smell just as sweet, but tilt it at an unexpected angle and it may still be easy to smell, just not recognize. That is, unless you saw another object — even an unrelated one — presented at the same angle. Researchers Markus Graf, Daniel Kaping, and H. H. Bulthoff of the Max Planck Institute for Biological Cybernetics in Germany found that despite the misorientation that occurs when objects are at an unusual angle, we are able to reorient ourselves to the new angle and are able to recognize another object at the same unusual angle more easily than the first.

"[O]bject recognition is achieved by performing coordinate transformations that compensate for spatial transformations," they conclude. It's easier for us to see and recognize familiar objects which are presented at their known orientation. When these objects are presented at an unexpected angle, it becomes more difficult to process them.

The findings are presented in the article, "Orientation Congruency Effects for Familiar Objects," in the March 2005 issue of Psychological Science , a journal of the American Psychological Society.

tratto da APS - prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto (1539692710493)

JESSICA,40     Vivo un periodo difficile, dove l'ex del mio compagno fa di tutto per farti saltare le rotelle...e ci riesce, mi spia nei social, ...

Che cos'ho? (1539793185617)

Jules, 26     Sono una persona che se le da fastidio qualcosa si toglie dalla situazione senza rompere troppo le scatole ma se vengo tirata in me...

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Folie à deux

La folie à deux è un disturbo psicotico condiviso, ossia una “follia simultanea in due persone”.  Essa è una psicosi reattiva che insorge in modo simultane...

Cataplessia

E’ un disturbo caratterizzato dalla perdita improvvisa del tono muscolare durante la veglia, solitamente causata da forti emozioni. La debolezza muscolare tipi...

Sindrome dell’arto fantasma

 "Se togli a un uomo la gamba destra, anche a distanza di anni, ci saranno giorni in cui ti dirà che sente la gamba stanca, sì, la destra, gli farà male, p...

News Letters

0
condivisioni