Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

One-third of foster kids returned to their family are abused again

on . Postato in News di psicologia | Letto 314 volte

One in three children who have been reunified with their families after being placed in foster care will be maltreated again, according to a study into Quebec’s youth protection system by Marie-Andrée Poirier and Sonia Hélie of the University of Montreal’s School of Social Services. The study, the first of its kind in the world, was undertaken in the wake of a new law intended to improve the family stability of youth receiving child protection services.
The researchers, who are also affiliated with the Centre jeunesse de Montréal-Institut universitaire, looked at data collated in 2008 and 2009 by the province’s 16 youth protection centres to identify why children were re-entering the system after having already been placed in a foster family, returned to their biological family, and had their case closed. In all, Poirier and Hélie were looking at what happened in the lives of 4,120 minors, between the ages of 0 and 17, during the five years following the closing of their initial episode of services.
The study found that 33% percent of these children subsequently required further assistance from youth protection services, and the researchers found that two factors were particularly influential as to whether or not a child would fall into this category. Firstly, age. “Children aged three to five were most at risk of being abused or neglected again. This is due to their vulnerability and the constant care that they need,” Poirier said. The number of attempts that have been to reunite the child with his or her biological family is the second factor, at least amongst the youngest participants in the study. “It’s not instability with regards to the foster families with whom the child has been that plays a role, but rather the back-and-forth between the biological family and other settings. We believe that young children are more sensitive to the outcomes of failures to reunite the biological family and that this has an effect on their sense of attachment.”

 

Tratto da psypost.org Prosegui nella lettura dell'articolo

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Vuoi conoscere ed acquistare i libri che parlano
di psicologia e psicoterapia?
Cercali su

logo psychostore

 

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

cambio generazionale (15083266…

Anna, 50     Buongiorno, ringrazio in anticipo chi potrà aiutarmi ad affrontare il mio problema. Ho 50 anni e da 30 lavoro nell'azienda di famig...

sig (1509381564901)

Antony, 50     Da 5 anni, più o meno nel periodo tra ottobre e gennaio, mia moglie, 48 anni, è come se cambiasse personalità. ...

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

Area Professionale

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

Le parole della Psicologia

Paura

La paura è quell’emozione primaria di difesa, consistente in un senso di insicurezza, di smarrimento e di ansia, di fronte ad un pericolo reale o immaginario, o...

Ipercinesia

Nel disturbo ipercinetico si ha la contemporanea presenza di sintomi quali: la breve durata dell’attenzione, distrazione, iperattività e almeno un sintomo di im...

Fobie

Nel DSM-IV la fobia specifica è definita come la "paura marcata e persistente, eccessiva o irragionevole, provocata dalla presenza o dall'attesa di un og...

News Letters