Pubblicità

Ormoni femminili e funzionamento della memoria

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1418 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

I ricercatori hanno evidenziato come le donne tendano ad utilizzare strategie diverse per risolvere dei compiti, in funzione del periodo mestruale in cui si trovano.

ormoni e cervelloI ricercatori della Concordia University di Montreal, Canada, suggeriscono che gli ormoni che attivano il ciclo mestruale influenzano il modo in cui lavora la memoria femminile; hanno inoltre scoperto che le capacità cognitive e spaziali sono influenzate dal periodo del mese in cui subentra il ciclo mestruale.

È stato quindi progettato uno studio per dimostrare la diversità di funzionamento del cervello femminile, con l’obiettivo di esaminare se gli ormoni associati al ciclo mestruale possono modificare i modelli e le capacità cerebrali.

Molte donne rivelano ai propri medici che la loro memoria funziona in modo diverso a seconda della fase del ciclo mestruale in cui si trovano, o anche durante e dopo la gravidanza, o successivamente alla menopausa.

Ciò ha portato gli scienziati a chiedersi se gli estrogeni e progesterone potrebbero influenzare la memoria e la soluzione dei problemi.

Per lo studio, i ricercatori hanno testato 45 donne con cicli mestruali regolari; le partecipanti hanno compilato un questionario sul “profilo ormonale”, attraverso cui sono state raccolte informazioni dettagliate sulle gravidanze precedenti, uso di contraccettivi, assunzione di ormoni sintetici e abitudini di vita generali.

Successivamente è stato dato loro un compito di memoria verbale, come ricordare un elenco di parole, compito di navigazione virtuale, trovare la strada in un labirinto e così via.

Alla fine dell’esperimento, le partecipanti sono state suddivise in base alle strategie di risoluzione dei compiti dall’inizio alla fine. I risultati sono stati chiari: le donne che si trovavano in ovulazione ottenevano risultati migliori sui compiti di memoria verbale; quelle in fase pre-mestruale mostravano invece migliori prestazioni sui compiti di navigazione spaziale.

I ricercatori hanno quindi evidenziato come le donne tendano ad utilizzare strategie diverse per risolvere dei compiti, in funzione del periodo mestruale in cui si trovano.

I risultati mostrano chiaramente che sono necessarie ulteriori ricerche per approfondire le caratteristiche del cervello femminile; gli sforzi dovranno quindi essere fatti per migliorare la comprensione degli effetti degli ormoni sessuali femminili sulla conoscenza e sulla memoria.

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: ricerche future ormoni femminili funzionamento della memoria Concordia University ciclo mestruale compiti spaziali profilo ormonale cervello femminile

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto urgente (1554296627141)

Virginia, 17     Avrei urgentemente bisogno di aiuto, soffro d'ansia da qualche anno e, adesso che mi sono momentaneamente ritirata dalla scuol...

Collega con manie ossessive co…

Rebecca, 29     Buongiorno vorrei un consiglio su come rapportarmi con una collega arrivata in studio da pochi mesi con contratto a termine rin...

Confusione e stress (155330395…

Elena, 22     Buonasera, cercherò di spiegare al meglio la mia situazione. Ho 22 anni e sono fidanzata con R. da quasi 8 anni e ho una bambina ...

Area Professionale

La nera depressione e il Confi…

Elementi prognostici ed esperienze traumatiche nel Test I.Co.S. Un caso clinico di depressione analizzato ed illustrato attraverso l'utilizzo del Test Indice de...

Articolo 12 - il Codice Deonto…

Prosegue, con l'art.12, il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini. Articolo 12 L...

Articolo 11 - il Codice Deonto…

con l'art.11 proseguiamo su Psiconline.it, anche questa settimana, il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parm...

Le parole della Psicologia

Eiaculazione precoce

Può essere definita come la difficoltà o incapacità da parte dell'uomo nell'esercitare il controllo volontario sull'eiaculazione. L’eiaculazione precoce consis...

Dismorfismo corporeo

L’interesse sociale nei confronti del Disturbo di Dismorfismo Corporeo (BDD) è cresciuto solo recentemente nonostante sia stato documentato per la prima volta n...

Anosognosia

Il termine, che deriva dal greco, significa letteralmente “mancanza di conoscenza sulla malattia”. Per la precisione, “nosos” significa malattia, “gnosis” sta p...

News Letters

0
condivisioni