Pubblicità

"Overshopping", l'ultima droga

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 382 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

La signora che ha acquistato ben quattro paia di scarpe Prada tutte uguali per poi gettarle nell’immondizia, lo studente di enologia che è arrivato a spendere anche 800 euro in poche ore con la carta di credito di papà per acquisti inutili, il ragazzo che ha collezionato fino a quattrocento jeans, tutti della stessa marca, per poi lasciarli con l’etichetta nell’armadio senza mai indossarli o, ancora, la casalinga che ha comprato cinque abiti invece di pagare le bollette. Sono i "new addicted", schiavi degli acquisti e drogati dallo shopping, ossessionati dalle vetrine e imbrigliati nella rete degli acquisti on line.

Tutti vittime delle "dipendenze comportamentali" che a Bologna e provincia colpiscono tra il 3% e il 5% della popolazione. E’ un quadro preoccupante quello dipinto dal professor Cesare Guerreschi, presidente della Siipac, la Società italiana interventi sulle patologie compulsive. "Quello dello shopping compulsivo è una malattia che, insieme alle altre nuove dipendenze, quali Internet, telefonino e sesso, sconosciute solo fino a poco tempo fa e ora identificate come vere e proprie "patologie compulsive", è in aumento". Le persone colpite da queste nuove dipendenze mostrano veri e propri sintomi di astinenza in mancanza del loro oggetto del desiderio: mal di testa, nausea, vertigini, vomito.

Tratto da "lastefani.it"- prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Complesso di inferiorità (1548…

Maria, 24     Sono una ragazza di 24 anni neolaureata, mi sono trasferita a Milano per un master dove attualmente convivo con il mio fidanzato, a...

Tradimento e sofferenza (15486…

Eva, 39     Dopo 12 anni di matrimonio totalizzante e meraviglioso, ho improvvisamente tradito mio marito, una cosa che non avrei mai e poi mai c...

Rimozione o fantasia (1548536…

ELilai, 25     Cercherò di essere concisa. 13 anni fa hanno avuto esordio i miei problemi di disturbi alimentari (tolto un breve periodo di anore...

Area Professionale

Articolo 4 - il Codice Deontol…

Articolo 4 Nell’esercizio della professione, lo psicologo rispetta la dignità, il diritto alla riservatezza, all’autodeterminazione ed all’autonomia di coloro ...

Che cos’è il Test del Villaggi…

Il test del Villaggio è un reattivo psicodiagnostico che può essere somministrato ai bambini, agli adolescenti, agli adulti, alle coppie, alla coppia genitore-b...

Articolo 3 - il Codice Deontol…

Articolo 3 Lo psicologo considera suo dovere accrescere le conoscenze sul comportamento umano ed utilizzarle per promuovere il benessere psicologico dell’indiv...

Le parole della Psicologia

Bigoressia

Il termine trova la sua etimologia nell'inglese "big = grande” e nel latino "orex=appetito”, ad indicare la "fame di grossezza” Per bigoressia, vigoressia o an...

Flooding

Indica una tecnica cognitivo-comportamentale che consiste nell'esposizione ripetuta del soggetto allo stimolo a valenza fobica, senza che vi sia per lui possibi...

Lapsus

Il lapsus (in latino "caduta/scivolone") è un errore involontario consistente nel sostituire un suono o scrivere una lettera invece di un’altra, nella fusione d...

News Letters

0
condivisioni