Pubblicità

News di psicologia

LE NEWS DI PSICOLOGIA DA TUTTO IL MONDO

Tags: news di psicologia

Sincerità e tempi di reazione alle domande

on . Postato in News di psicologia

Nella quotidianità ci imbattiamo in svariate conversazioni, ad ognuna delle quali attribuiamo un determinato livello di fiducia, sia in base al tipo di relazione che esiste tra noi e l’interlocutore, sia per come l’altro interagisce con noi e anche per l'atteggiamento assunto nei nostri confronti nel momento in cui ascoltiamo le risposte anche a semplici quesiti proposti.

 Sincerità e tempi di reazione alle domande

Se immaginassimo di spiegare quali sono, per noi, gli elementi 'tecnici' o atteggiamenti che entrano in gioco in una conversazione e determinano il giudizio di sincerità/insincerità che viviamo nei confronti dell’altro, probabilmente diremmo:

L'autocontrollo infantile prevede il ritmo dell'invecchiamento

on . Postato in News di psicologia

Quando parliamo di autocontrollo facciamo riferimento a quelle capacità di gestione delle emozioni, azioni e pensieri che permettono ad ognuno di noi di entrare nelle relazioni sociali assai complesse e regolate. In uno studio, è stata indagata la relazione fra l'autocontrollo e il lento invecchiamento.

Lautocontrollo infantile prevede il ritmo dellinvecchiamento

Il molteplice sistema di autocontrollo interviene anche per l’interesse e il benessere dell’individuo, permettendo scelte non impulsive, di gestire il corso dei comportamenti necessari a raggiungere un determinato obiettivo, di resistere alle distrazioni, ai pensieri indesiderati e alle tentazioni presenti nell’ambiente.

Illusioni lavorative e immagine sociale delle professioni d'aiuto

on . Postato in News di psicologia

Nel complesso sistema scolastico ed accademico, non è semplice scegliere il percorso che più ci rappresenta. Questo succede anche perchè molti dei ragazzi che fanno questa importante scelta non sono correttamente informati su ciò che andranno a studiare e a quale professione andranno a rappresentare, specialmente nelle professioni definite "d'aiuto".

Illusioni lavorative e immagine sociale delle professioni daiuto

Durante il percorso di studi, in italia ma anche all'estero, abbiamo la possibilità di scegliere l'indirizzo che crediamo più adatto alle nostre passioni, propensioni e inclinazioni naturali.

Ad esempio verso i 14 anni la prima ed importante scelta da compiere è a quale istituto superiore iscriversi, scegliere le materie principali che dovremo studiare per gli anni futuri e una volta terminato, se decidessimo di proseguire con la carriera universitaria, intraprendere il corso di studi con un indirizzo che riteniamo più consono per noi.

I bambini rendono gli adulti pro-sociali

on . Postato in News di psicologia

Una ricerca, condotta da psicologi sociali dell'Università di Bath e dell'Università di Cardiff e finanziata dall'Economic and Social Research Council (ESRC), ha esaminato come la presenza dei bambini influenza le motivazioni ed i comportamenti compassionevoli degli adulti.

I bambini rendono gli adulti pro sociali

Attraverso otto esperimenti e più di 2.000 partecipanti, i ricercatori hanno chiesto agli adulti di descrivere le caratteristiche salienti dei bambini secondo il loro parere. Dopo essersi concentrati sui bambini in questo modo, i partecipanti hanno successivamente indicato di vivere delle emozioni più profonde verso valori compassionevoli, come disponibilità e giustizia sociale e hanno sperimentato una maggiore empatia sopratutto nei riguardi di una difficile situazione vissuta da altri adulti.

Feedback negativi e creatività. Chi crea i feedback e come si percepiscono?

on . Postato in News di psicologia

Sebbene la maggior parte delle aziende oggi abbracci una cultura del feedback come metodo per migliorare le prestazioni lavorative, secondo un nuovo studio, quando i supervisori e i colleghi dispensano un feedback negativo, ciò può portare ad un effettivo arresto del processo creativo.

Feedback si a tutti i livelli ed in modo adeguato

Sebbene la maggior parte delle aziende oggi abbracci una cultura della critica, quando i supervisori e i colleghi dispensano feedback negativi possono effettivamente arrestare il processo creativo, secondo un nuovo studio di Yeun Joon Kim, dottorando presso l'Università di Toronto.

L'empatia è anche negli occhi di chi guarda

on . Postato in News di psicologia

Nella diade empatica in cui uno tra i due è la persona che offre la propria empatia e l'altra è colui che la accetta, recenti studi si sono soffermati su una figura extradiadica, l'osservatore, che non è coinvolto in prima persona ma può valutare la forma di empatia e decidere di non accettarla in base a dei criteri specifici.

Lempatia è anche negli occhi di chi guarda

La ricerca psicologica sull'empatia ha dato uno sguardo agli elementi che riguardano la situazione in cui i protagonisti sono una persona empatica e l'altra è colui con cui entra in relazione. Tuttavia esiste un terzo punto di vista che, anche se non partecipa attivamente, osserva l'evento tra l'empatizzante (colui che esprime empatia) e l'empatizzato (colui che riceve empatia), mentre chi assiste lo chiameremo l'osservatore.

Chi è sensibile elabora le emozioni anche mentre riposa

on . Postato in News di psicologia

La ricerca scopre i modelli di funzionamento di una persona altamente sensibile a riposo. In un mondo di costante sovraccarico di informazioni e stress che potrebbero essere la causa di una varietà di comportamenti, dagli scoppi emotivi, al ritiro, alla procrastinazione, le persone estremamente sensibili elaborano gli input in modo profondo.

Chi è sensibile elabora le emozioni anche mentre riposa

"Un altro modo ampio di pensare, definiscono così gli individui sensibili i biologi quando cercano di comprendere le differenze individuali delle persone nelle risposte a cose diverse, è che la persona con un'elevata sensibilità sarà più reattiva, sia nel bene che nel male", ha affermato Acevedo, un autore dello studio presso il Dipartimento di Scienze Psicologiche e del Cervello dell'Università di Santa Barbara. Quindi, mentre le persone con un'elevata sensibilità potrebbero essere più scosse da situazioni scomode, potrebbero anche sperimentare livelli più elevati di creatività, legami più profondi con gli altri e un accresciuto apprezzamento della bellezza.

Non dirlo al web, dillo allo psicologo.

on . Postato in News di psicologia

La ricerca rileva che il supporto sociale cercato sui social media non migliora la salute mentale per gli utenti che non hanno un buon sostegno nella vita off-line.

non dirlo al web ma dillo allo psicologo

Sui social media passiamo molto tempo della nostra giornata, l'utilizzo che ne facciamo è vario e risponde a diverse esigenze. Se abbiamo bisogno di reperire una ricetta, leggere le ultime notizie, chiedere informazioni al nostro assistente digitale, persino offrire il nostro punto di vista e decidere se ciò che abbiamo visto o letto, ci è piaciuto oppure no, attraverso le reaction possiamo farlo.

Cyberbullismo. Le ore spese online sono un campanello d'allarme.

on . Postato in News di psicologia

Una nuova ricerca suggerisce che l'aumento delle ore trascorse online potrebbe essere associato a comportamenti di cyberbullismo. Secondo uno studio dell'Università della Georgia, a punteggi più alti nella dipendenza dai social media corrisponderebbero un maggiore numero di ore trascorse online oltre all'identificazione con la figura maschile, sarebbero elementi predittivi, in modo significativo, della presenza di cyberbullismo negli adolescenti.

Cyberbullismo. Le ore online sono un campanello dallarme

"Ci sono alcune persone che si dedicano al cyberbullismo online rifugiandosi nell'anonimato e nella errata convinzione che all'interno del web non esistano ritorsioni", ha affermato Amanda Giordano, ricercatrice dello studio e professoressa associata presso l'UGA Mary Frances Early College of Education. Lo studio ha esaminato adolescenti di età compresa tra i 13 ei 19 anni. Delle 428 persone intervistate, 214 si sono identificate come donne, 210 si sono identificate come maschi e 4 come altro.

Il volto riflesso nello specchio. Inconsciamente è gratificante.

on . Postato in News di psicologia

I ricercatori hanno scoperto che il riflesso del proprio viso attiva una componente centrale del percorso di ricompensa della dopamina, illuminando così i meccanismi alla base della nostra potente capacità di dare automaticamente la priorità all'elaborazione del nostro viso.

Il volto allo specchio. Incosciamente è gratificante

Il volto riflesso ha un significato speciale per gli esseri umani a causa dell' importanza della nostra identità e il nostro senso di sé. Di conseguenza, il volto del sé ha un vantaggio cognitivo poiché viene elaborato più rapidamente e accuratamente rispetto ai volti degli altri. Questo effetto di prioritizzazione del volto personale si verifica anche nei confronti dei volti familiari pertanto, non si verifica perché il nostro viso è particolarmente bello, ma perché è un'informazione personale speciale.

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Sensazione di essere preso in …

  Michele, 75 anni     Gent.mo Dott., sono un musicista (ed ex bancario). Da un po' di tempo mi reco presso un negozio saltuariamente do...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Catalessia

Detta anche catalessi, è uno stato patologico, ad esordio improvviso e che si protrae per brevi o lunghi periodi, in cui vi è una sospensione dei movimenti volo...

Sentimento

Il sentimento è quella risonanza affettiva, meno intensa della passione e più duratura dell’emozione, con cui il soggetto vive i suoi stati soggettivi e gli asp...

Effetto Zeigarnik

L’effetto Zeigarnik è uno stato mentale di tensione causato da un compito non portato a termine. L'effetto Zeigarnik descrive come la mente umana ha più faci...

News Letters