Pubblicità

Parkinson: dieta ricca di flavonidi protegge i neuroni

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 339 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Gli uomini che mangiano cibi ricchi di flavonoidi, come bacche, te', mele e vino rosso hanno meno probabilita' di sviluppare il morbo di Parkinson. Almeno questo e' quanto emerso in uno studio della Harvard University and della University of East Anglia, pubblicato sulla rivista Neurology. Recenti studi hanno gia' dimostrato che questi composti possono offrire protezione contro una vasta gamma di malattie, come cardiopatie, ipertensione e alcuni tipi di cancro e demenza.

Quest'ultimo studio e' pero' il primo ad aver dimostrato che i flavonoidi proteggono neuroni degli esseri umani da malattie come il Parkinson. Per arrivare a queste conclusioni i ricercatori hanno coinvolto nello studio 130mila uomini e donne. Piu' di 800 avevano sviluppato il Parkinson entro 20 anni dal follow-up. Dopo un'analisi dettagliata delle diete e in generale dello stile di vita, gli studiosi hanno scoperto che i partecipanti di sesso maschile che mangiavano il maggior numero di cibi ricchi di flavonoidi avevano circa il 40 per cento in meno di probabilita' di ammalarsi di Parkinson.

 

Tratto da: "agi.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia ingestibile (15442947529…

Sofia, 17     E' da un anno che la mia vita non é più come era prima. a causa del tanto stress provocato probabilmente dalla scuola e dalla famig...

Disturbo alimentare (154418616…

Isa21,  20     Carissimo psiconline, saró breve e cercheró di spiegare come mi sento in maniera piú chiara possibile.Vivo all'estero per st...

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Funzione riflessiva

“La funzione riflessiva è l’acquisizione evolutiva che permette al bambino di rispondere non solo al comportamento degli altri, ma anche alla sua concezione dei...

Bad trip

Con l'aggiunta dell'aggettivo bad (bad trip), si indicano in specifico le esperienze psico-fisiche definibili come negative o spiacevoli per il soggetto. In it...

Borderline

“una malinconia terribile aveva invaso tutto il mio essere; tutto destava in me sorpresa e mi rendeva inquieto. mi opprimeva la sensazione che tutto era, ai mie...

News Letters

0
condivisioni