Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Parkinson e depressione

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 322 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Le persone che soffrono della sindrome di Parkinson, una malattia degenerativa del sistema nervoso, presentano spesso associati disturbi depressivi ed entrambe le condizioni sono da attribuire a bassi livelli di serotonina, un neurotrasmettitore implicato nelle principali attività chimiche del sistema nervoso che modula il rilascio della dopamina, la cui attività diminuisce nella condizione patologica del parkinsonismo.

La dr.ssa Agnes Shuurman ed i suoi collaboratori della Università di Maastricht (Olanda) hanno avanzato l’ipotesi che la depressione possa essere un indicatore patologico stabile del parkinsonismo. E’ stata condotta così una ricerca su un vasto campione di soggetti sofferenti di forme depressive da almeno 15 anni e confrontato con un campione di soggetti non depressi; l’equipe della dr.ssa Shurmann ha seguito questi soggetti per un periodo di oltre 20 anni registrando il verificarsi di eventuali casi di malattia di Parkinson tra di essi. Si è così rilevato che circa l’1.4% dei soggetti del gruppo dei depressi sviluppò la malattia in confronto allo 0.4% dei non depressi. Secondo le ipotesi del team olandese, la riduzione delle quantità di serotonina circolante nell’organismo determinerebbe l’insorgenza delle forme depressive e successivamente di quelle proprie del parkinsonismo.

Tratto da: Depressed at Risk of Parkinson's Disease” -Health Media Ltd - May 02

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Consiglio (1530794336243)

luciano85, 32     Il motivo principale che mi spinge ad avere un parere è che vorrei capire se determinate sensazioni, pensieri e ansie siano nor...

Marito che pensa solo alla sua…

Namaste, 30     Salve, sono una ragazza di 30 anni sposata da 3 anni con un cittadino marocchino di 23. ...

L'amore e la comunicazione (15…

Anna, 26     Salve Dottore, mi trovo in una relazione da sei anni con A., abbiamo due anni di differenza ed ancora non conviviamo. ...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Eisoptrofobia

L'eisoptrofobia o spettrofobia (da non confondere con la paura degli spettri, phasmofobia) è la paura persistente, irrazionale e ingiustificata degli specchi, o...

Malaxofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata dei giochi amorosi. E’ conosciuta anche come sarmasofobia, usata dai greci. ...

Agnosia

L'agnosia (dal greco a-gnosis, "non conoscere") è un disturbo della percezione caratterizzato dal mancato riconoscimento di oggetti, persone, suoni, form...

News Letters

0
condivisioni