Pubblicità

Patologie cardiache e declino cognitivo

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 261 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Le operazioni chirurgiche del sistema cardiaco, che rappresentano un evento con forte impatto emotivo ed elevato potere stressogeno per i soggetti che vi si sottopongono, possono influire negativamente anche sulla sfera intellettiva intervenendo quale fattore favorente il declino cognitivo. Questa è la conclusione di alcuni recenti studi, focalizzati su un ampio campione di persone che hanno effettuato operazioni chirurgiche con installazione di bypass, da parte di un team di ricerca della North Carolina University condotto dal prof. Julian Keith, docente di psicologia.

“Sono stati rilevati significativi incrementi di difficoltà nella memoria a breve termine e nei compiti che richiedono attenzione e concentrazione – dice il prof. Keith – per cui il rischio di un certo declino cognitivo sembra effettivamente presente in una larga percentuale di questi soggetti, anche se non sono stati compiuti studi sulla lunga distanza per verificare l’eventuale sviluppo nel tempo di tale declino… I disturbi cardiovascolari presentano elementi in comune con altri processi patologici gravi che conducono alla demenza senile ed alla malattia di Alzheimer; i fattori negativi in comune sembrano essere quelli relativi alle difficoltà nella circolazione sanguigna ed alla irrorazione delle cellule cerebrali, per cui infarti ed altri accidenti a livello cardiaco possono provocare alterazioni dell’afflusso sanguigno in alcune zone del cervello con conseguente danno delle principali funzioni ad esse collegate.

Tratto da:” Heart Surgery May Cause Cognitive Decline - HealthScout – Jul.02

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Difficoltà nei rapporti sessua…

Emilio, 20     Salve, sono Emilio, ho 20 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Archetipo

“La nostra psiche è costituita in armonia con la struttura dell'universo, e ciò che accade nel macrocosmo accade egualmente negli infinitesimi e più soggettivi ...

Agorafobia

Il termine agorafobia viene dal greco e letteralmente significa: "paura degli spazi aperti”. Le persone che ne soffrono temono perciò lo spazio esterno, vissuto...

Test di Rorschach

Test proiettivo che consente di tracciare un profilo di personalità attraverso le risposte verbali che un soggetto fornisce a una serie di stimoli ambigui. &...

News Letters

0
condivisioni