Pubblicità

Pensare positivo fa bene, e lo capiscono anche i bambini

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 197 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

I bambini hanno il potere di sorprenderci sempre. Da adulti spesso ci dimentichiamo di come eravamo e non ricordiamo più che, per certi versi, a volte eravamo più saggi e attenti.
Così, in teoria, sappiamo che pensare positivo fa bene e ha i sui vantaggi e benefici. Lo sappiamo per sentito dire, o perché qualche anno fa era “di moda”, e spesso resta solo una comprensione mentale e si ferma lì, perché non lo mettiamo mai in pratica. Ma possiamo riscattarsi facendo da modello - positivo - per i nostri figli.

 

A darci dunque una lezione pratica sull’ottimismo, oggi, sono i bambini della scuola materna e primaria che hanno partecipato a un nuovo studio condotto da un team di ricercatori delle Jacksonville University e University of California, Davis (Usa). I risultati sono poi stati pubblicati su Child Development.
La dottoressa Christi Bamford e colleghi hanno coinvolto 90 bambini di età compresa tra i 5 e i 10 anni a cui sono state raccontate 6 storie illustrate. Prima di iniziare i test, i ricercatori hanno condotto un’indagine tra i bambini e i genitori per valutare il proprio livello di speranza e ottimismo.

 

 

Tratto da: "lastampa.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Difficoltà nei rapporti sessua…

Emilio, 20     Salve, sono Emilio, ho 20 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Patografia

Ricostruzione delle patologie psichiche di personaggi celebri fondate sulle informazioni biografiche e sull’esame delle loro opere. La patografia è l' “autob...

Atassia

L’atassia è un disturbo della coordinazione dei movimenti che deriva da un deficit del controllo sensitivo. ...

Illusioni

Il termine illusione (dal latino illusio, derivato di illudere, "deridere, farsi beffe") indica, in genere, quelle percezioni reali, falsate dall'intervento di ...

News Letters

0
condivisioni