Pubblicità

Percezione dei suoni alterata nei bambini con ASD

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1614 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (4 Voti)

Secondo un nuovo studio, i bambini di tre-cinque anni con disturbo dello spettro autistico (ASD) e con un ritardo nello sviluppo del linguaggio sembrano elaborare le voci in modo diverso rispetto ai bambini con uno sviluppo tipico.

bambini"La diagnosi, di 'disturbo dello spettro autistico', copre un sacco di sintomi: per ogni sintomo, ci dovrebbe essere una differente fisiopatologia", ha affermato Yuko Yoshimura, una dottoranda nel Centro di ricerca per lo sviluppo mentale del bambino all'Università di Kanazawa ed autrice dell’articolo.

"È importante rilevarli oggettivamente e condurre i bambini con ASD e i loro genitori a un sostegno ed un intervento appropriati".

Il gruppo di ricerca comprende scienziati del Gunma Prefectural College of Health Science, del Health Administration Center dell'Università di Fukui e dell'International Education Center presso l'Università di Kyushu.

Pubblicità

I ricercatori hanno utilizzato un processo di scansione del cervello, chiamato magnetoencefalografia, il più adatto per essere utilizzato con i bambini. Durante il processo, i bambini indossavano elmetti per misurare i campi magnetici di tutto il loro cervello. Le aree inferiori frontali e superiori temporali, situate nell'emisfero sinistro del cervello, erano state, in studi precedenti, ritenute strutturalmente importanti per l'elaborazione del linguaggio. I ricercatori trasmettevano una voce femminile che parlava emettendo dei suoni tipici della lingua giapponese, ad es. "ne", che di solito richiede uno scambio comunicativo tra madre e figlio. La parola è stata ripetuta con toni diversi, ciascuno progettato per invocare diversi significati emotivi, da negativi a neutri a positivi.

Mentre i bambini ascoltavano il suono ripetuto, gli scienziati registravano le lunghezze d'onda prodotte nella rilevazione con la MEG e le confrontavano con le tipiche lunghezze d'onda prodotte in persone senza disturbi dello spettro autistico. La differenza tra le due produzioni viene denominata campo di disallineamento magnetico e in genere indica un riconoscimento del cambiamento da una serie di stimoli costanti.

I ricercatori trovarono differenze significative in due distinte regioni di campi di mismatch magnetici, una prima nei bambini molto piccoli. I bambini con ASD avevano campi di disallineamento magnetici molto più bassi nell'area temporale superiore sinistra rispetto ai bambini con uno sviluppo tipico. Tuttavia, i bambini con ASD e con un ritardo nello sviluppo del linguaggio avevano campi di disallineamento magnetici più ampi nell'area frontale inferiore sinistra rispetto ai bambini normodotati ed ai bambini con ASD senza ritardi nello sviluppo del linguaggio.

"Nell'attuale campo di ricerca nell’ambito psichiatrico infantile, la diagnosi di disturbo dello sviluppo viene eseguita solo in presenza di determinate caratteristiche comportamentali (del bambino) e dal loro decorso e sviluppo nel tempo, mentre la componente obiettivo biologica non è considerata. L'importanza delle caratteristiche individuali, compresi gli indicatori fisiologici e biologici sta recentemente guadagnando terreno così da essere universalmente riconosciute come utili per realizzare trattamenti e cure appropriate ", ha affermato Yoshimura. "Il nostro studio ha dimostrato che l'indicatore biologico del cervello è correlato all'acquisizione del linguaggio in fase precoce nei bambini con disturbo dello spettro autistico".

I ricercatori hanno in programma di continuare la ricerca sugli indicatori fisiologici e biologici nei bambini piccoli con disturbi dello sviluppo con il loro sistema di magnetoencefalografia personalizzato e quindi su misura per valutare la funzione cerebrale in modo adatto per i bambini.

"Il nostro obiettivo finale è costruire un futuro comune e luminoso per tutti i bambini", ha affermato Yoshimura. "Ci auguriamo che i bambini con ASD ricevano una diagnosi correttamente basata su caratteristiche comportamentali e caratteristiche biologiche in maniera precoce e ricevano un supporto e dei trattamento appropriati e corrispondenti a ciascuna caratteristica e funzione cerebrale".

 

Tratto da Science Daily

 

(Traduzione e adattamento a cura della Dottoressa Emanuela Torrente)

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: linguaggio autismo Disturbo dello spettro autistico news di psicologia Emanuela Torrente;

0
condivisioni

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Ecolalia

L'ecolalia è un disturbo del linguaggio che consiste nel ripetere involontariamente, come un'eco, parole o frasi pronunciate da altre persone Si osserva, come stadio normale, nello sviluppo del...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Cattivo rapporto con i genitor…

Fatina, 17     Da 4 mesi a questa parte non riesco più a stare bene, sia mentalmente che fisicamente. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Akinetopsia

L'akinetopsia o achinetopsia è un deficit selettivo della percezione visiva del movimento. I pazienti con questo deficit riferiscono di vedere gli oggetti in...

Onicofagia

L'onicofagia, meglio conosciuta come il brutto vizio di mangiarsi le unghie, è un’impulso incontrollabile definito in ambito psicologico come disturbo del compo...

Nevrastenia

Termine introdotto dal medico statunitense Beard, nel 1884, per designare un quadro clinico, caratterizzato da stanchezza fisica e mentale, irritabilità, insonn...

News Letters

0
condivisioni