Pubblicità

Perché è importante scambiare battute con i bambini piccoli?

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1081 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Scambiare forme di conoscenza, competenze, relazioni e performance

dialogo genitore figlioScambiarsi battute o messaggi informali e spontanei, spettegolare, scherzare e narrare possono essere attività incredibilmente utili per i bambini.
I ricercatori Betty Hart e Todd Risley hanno scoperto che l’interazione quotidiana tra un genitore e il suo bambino forma il linguaggio e sviluppa il vocabolario. Parlare in modo informale e scherzoso con i bambini amplia le conoscenze e le competenze di questi ultimi, e ha effetti duraturi sulle loro prestazioni nel corso della vita.

La ricerca mostra anche che dall’86% al 98% delle parole utilizzate da un bambino all'età di tre anni dipendono dal vocabolario assunto dai loro genitori!

I vantaggi nello scambiarsi battute informali e scherzose

Ambiente ricco linguisticamente
Parlare scherzosamente è un ottimo modo per costruire un ambiente ricco linguisticamente durante gli anni della prima infanzia. Comunicando con il vostro bambino riguardo i vostri vicini di casa, il tempo, i vostri piani per il week-end, la cosa divertente che il nonno ha detto, un sogno che avete fatto la scorsa notte, le fasi della luna, un viaggio passato o una canzone stupida che avete imparato a cantare, il vocabolario del vostro bambino si accresce.

Sviluppo intellettuale
Parlando con il vostro bambino di problemi o dilemmi -  come ad esempio  riparare l’asta rotta della tenda, inventarsi cosa fare durante un giorno piovoso, come si ripiega la biancheria o cosa comprare per il compleanno di una zia – invitate i bambini ad aiutarvi nella soluzione.
Quando si presta maggiore attenzione ai dettagli sensoriali – capire ad esempio quanto ami l'odore del pane appena sfornato, come ci si sente viaggiando in aereo o quanto il sapore del pompelmo è così aspro - i bambini si sintonizzano maggiormente con i propri sensi.

Elasticità
Se riferite ai bambini cose divertenti o imbarazzanti, potete condividere anche le storie in cui siete sopravvissuti e riderci su.

Impegno
Parlare ironicamente ti avvicina al mondo dei bambini, connettendosi con loro attraverso l'ascolto e la condivisione di esperienze, pensieri, sogni, riflessioni e osservazioni. Interagendo, si offrono momenti di presenza che alimentano la relazione padre-figlio.

Abilità sociali
Scambiarsi battute scherzosamente è una vera e propria arte, bisogna essere in grado di parlare con la gente di qualsiasi cosa e poi ascoltarle. Le conversazioni padre-figlio rappresentano la base prospera per le future relazioni del bambino.

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: linguaggio genitori figli sviluppo relazioni scherzare impegno competenze battute dialogo spettegolare narrare interazione vocabolario conoscenze elasticità abilità sociali performance

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Rottura di un rapporto (156631…

  Vu Thi Bich Diep, 28 Buongiorno,Io e il mio ragazzo non ci parliamo da due settimane. I motivi sono che lui si sente troppo stressato per colpa del...

Mi sento fuori dal mondo (1565…

  carol, 28 Sono una neo mamma di 28 anni, brasiliana, vivo in italia da quando ne ho 10.Il mio disagio purtroppo mi segue da quando sono piccola. Al...

Marito assente (156491757332)

  sossie, 50 Sono sposata da 25 anni ed ho due splendidi ragazzi di 15 e 11 anni. 10 anni fa dopo la nascita del secondo figlio mio marito di anni 50...

Area Professionale

Articolo 31 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.31 (consenso per i minori), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo set...

Scrivere un articolo per farsi…

Prosegue la nostra guida su come scrivere un testo per il web. Nell'articolo precedente ci siamo preoccupati di progettare il testo in modo che fosse in grado d...

Articolo 30 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.30 (compenso professionale), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo se...

Le parole della Psicologia

Agnosia

L'agnosia (dal greco a-gnosis, "non conoscere") è un disturbo della percezione caratterizzato dal mancato riconoscimento di oggetti, persone, suoni, forme, odor...

La vecchiaia

Il passaggio dalla mid-life alla vecchiaia è al giorno d’oggi più sfumato e graduale che nel passato, a causa dell’aumento della durata media della vita, del pr...

Depressione post-partum (depre…

La depressione post-partum è un disturbo dell’umore che ha inizio entro le prime quattro settimane successive al parto. Se nella maggior parte dei casi la gest...

News Letters

0
condivisioni