Pubblicità

Perché è importante scambiare battute con i bambini piccoli?

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1170 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Scambiare forme di conoscenza, competenze, relazioni e performance

dialogo genitore figlioScambiarsi battute o messaggi informali e spontanei, spettegolare, scherzare e narrare possono essere attività incredibilmente utili per i bambini.
I ricercatori Betty Hart e Todd Risley hanno scoperto che l’interazione quotidiana tra un genitore e il suo bambino forma il linguaggio e sviluppa il vocabolario. Parlare in modo informale e scherzoso con i bambini amplia le conoscenze e le competenze di questi ultimi, e ha effetti duraturi sulle loro prestazioni nel corso della vita.

La ricerca mostra anche che dall’86% al 98% delle parole utilizzate da un bambino all'età di tre anni dipendono dal vocabolario assunto dai loro genitori!

I vantaggi nello scambiarsi battute informali e scherzose

Ambiente ricco linguisticamente
Parlare scherzosamente è un ottimo modo per costruire un ambiente ricco linguisticamente durante gli anni della prima infanzia. Comunicando con il vostro bambino riguardo i vostri vicini di casa, il tempo, i vostri piani per il week-end, la cosa divertente che il nonno ha detto, un sogno che avete fatto la scorsa notte, le fasi della luna, un viaggio passato o una canzone stupida che avete imparato a cantare, il vocabolario del vostro bambino si accresce.

Sviluppo intellettuale
Parlando con il vostro bambino di problemi o dilemmi -  come ad esempio  riparare l’asta rotta della tenda, inventarsi cosa fare durante un giorno piovoso, come si ripiega la biancheria o cosa comprare per il compleanno di una zia – invitate i bambini ad aiutarvi nella soluzione.
Quando si presta maggiore attenzione ai dettagli sensoriali – capire ad esempio quanto ami l'odore del pane appena sfornato, come ci si sente viaggiando in aereo o quanto il sapore del pompelmo è così aspro - i bambini si sintonizzano maggiormente con i propri sensi.

Elasticità
Se riferite ai bambini cose divertenti o imbarazzanti, potete condividere anche le storie in cui siete sopravvissuti e riderci su.

Impegno
Parlare ironicamente ti avvicina al mondo dei bambini, connettendosi con loro attraverso l'ascolto e la condivisione di esperienze, pensieri, sogni, riflessioni e osservazioni. Interagendo, si offrono momenti di presenza che alimentano la relazione padre-figlio.

Abilità sociali
Scambiarsi battute scherzosamente è una vera e propria arte, bisogna essere in grado di parlare con la gente di qualsiasi cosa e poi ascoltarle. Le conversazioni padre-figlio rappresentano la base prospera per le future relazioni del bambino.

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: linguaggio genitori figli sviluppo relazioni scherzare impegno competenze battute dialogo spettegolare narrare interazione vocabolario conoscenze elasticità abilità sociali performance

0
condivisioni

Guarda anche...

Psicopatologia

Il Narcisismo materno

Secondo la recente letteratura il narcisismo materno presenterebbe sei facce diverse che possono essere indentificate nell’estroversione eccessiva, orientamento alla realizzazione, componenti...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobie, paranoie (1579177546962…

Bibby, 40 anni Salve ho 40 anni 2 figli ho perso mia madre 10 anni fa e da allora si è acutizzato tutto paure fobie ansie ancora non ho accettato e provo fan...

Ansia e panico (1579815239457)

Mmonic, 17 anni   Vi contatto perché non so come fare, come reagire e come trovare una soluzione. Negli ultimi mesi ho il terrore di andare a scuola f...

Ho paura delle conseguenze di …

Orchidea55, 20 anni     Salve Dott.re/ssa, innanzitutto vorrei ringraziarvi  per il servizio che offrite.Sono una ragazza di 20 anni. Non ho...

Area Professionale

Gli psicologi nell'emergenza. …

Monica Isabella Ventura, Presidente di Psicologi Emergenza Abruzzo (PEA), ripercorre in poche righe l'esperienza diretta degli psicologi abruzzesi di fronte all...

Quello che emerge nell’emergen…

L'emergenza per il Covid-19 ha portato la comunità degli psicologi ad applicare nuove e più attuali forme di sostegno psicologico. Una riflessione sulle implica...

Il Test del Villaggio come tec…

La ripetizione e la trasformazione nello spazio e nel tempo Il test del Villaggio è composto da un kit di 200 pezzi di legno colorato raffiguranti edifici (cas...

Le parole della Psicologia

Oggetto

“Lo sviluppo delle relazioni oggettuali è un processo mediante il quale la dipendenza infantile dall’oggetto cede a poco a poco il passo ad una dipendenza matur...

Afefobia

L’afefobia è una fobia specifica che si concretizza con il disagio e la paura ingiustificate e persistenti di toccare e di essere toccati da altre persone. La ...

Ippocampo

Struttura sottocorticale sistuata all'interno di ciascun emisfero cerebrale, in corrispondenza della superficie mediale, dalla forma simile ad un cavalluccio ma...

News Letters

0
condivisioni