Pubblicità

Perdere il cellulare? Un dolore profondo

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 567 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

MILANO - Il cucciolo di casa è uscito ed è svanito nel nulla, non si trova più. Chi ci è passato sa quanta disperazione, senso di solitudine e smarrimento lasci la perdita di un animale domestico a cui si è affezionati. Ebbene, quelle sensazioni sono le stesse che si provano se si perde un semplice oggetto, il nostro fido cellulare. A dimostrarlo è uno studio scientifico che certifica senza lasciare grosso margine ai dubbi quello che tutti ormai sospettiamo:

 

 

..il telefonino è qualcosa di più che uno strumento di comunicazione, ormai lo sentiamo come un'estensione di noi stessi. Perderlo perciò è una tragedia che ci colpisce nel profondo (per tacere del disastro di ritrovarsi senza rubrica telefonica).
STUDIO – I dati che lo sottolineano senza incertezze arrivano da alcuni ricercatori dell'università del Kansas che, chiedendosi che tipo di “relazione” intratteniamo con i nostri cellulari, sono andati a rivolgere un po' di domande a un gruppo di studenti di college fra i 18 e i 24 anni.

 

Tratto da: "corriere.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Limerence (o ultrattaccamento)…

È uno stato cognitivo ed emotivo caratterizzato da intenso desiderio per un'altra persona. Il concetto di Limerence (in italiano ultrattaccamento) è stato elab...

Desiderio

Tra Freud e Lacan: Dalla ricerca dell’Altro al Desiderio dell’Altro. Il desiderio, dal latino desiderĭu(m), “desiderare”, fa riferimento ad un moto intenso d...

Rêverie

“Rêverie sta a designare lo stato mentale aperto alla ricezione di tutti gli ‘oggetti’ provenienti dall’oggetto amato, quello stato cioè di recepire le identifi...

News Letters

0
condivisioni