Pubblicità

Più diffuso di quanto si creda il Disturbo Bipolare

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 542 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Uno studio recentemente apparso sul numero di Gennaio del Journal of Clinical Psychiatry afferma che sono un terzo in più di quanto si credesse in precedenza gli americani che soffrono di Disturbo Bipolare. La ricerca, svolta su di un campione di 85.000 individui attraverso la somministrazione del Mood Disorder Questionnaire (MDQ), mostra come sia circa il 4% (2.3 milioni di statunitensi) il numero di persone affette da Disturbo Bipolare e non l'1% come suggerivano studi condotti in precedenza.

Il Disturbo Bipolare è una malattia cronica potenzialmente fatale. E' caratterizzata da una estrema variabilità di comportamento che può manifestarsi come eccessivo (fase maniacale) o estremamente coartato (fase depressiva) ed ha fra i suoi rischi più concreti la possibilità di suicidio.

Lo studio rivela anche che l'80% di coloro che risultano avere una sintomatologia compatibile con la diagnosi di Disturbo Bipolare (conosciuto anche come Depressione Maniacale) non sono mai stati diagnosticati come tali e quindi non considerati come "malati" e che circa un terzo è stato diagnosticato, invece, come Depressione Maggiore.

Dalle conclusioni della ricerca emerge la necessità di una accurata campagna di prevenzione e di uno screening generalizzato che consenta di individuare (in particolare nella fascia della popolazione compresa fra i 18 ed i 24 anni e fra coloro che sono sotto-occupati, due categorie particolarmente a rischio) le persone affette da Disturbo Bipolare.

La ricerca afferma, inoltre, che il 19% delle persone diagnosticate come Maniaco-Depressive manifestano, contemporaneamente, abuso di alcool e droga ed hanno alte possibilità di sviluppare patologie quali asma, allergie ed emicrania.

tratto da "ScoutNews (1/2003)"

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ragazzo insicuro e con ansia d…

Annie, 27 anni       Buonasera! In psicologia, i cinque fattori che elencherò possono essere correlati l'uno all'altro oppure no?* Ansia d...

Situazione complessa [16102055…

  Nanna, 30 anni Ciao, ho cambiato città e lavoro per il mio compagno e ora siamo arrivati a un punto che in ogni discussione lui prende la valigia ...

Sto bene da solo  [16102359254…

 Zeno, 30 anni     Buonanotte, sono sempre stato ansioso e poco socievole ma ultimamente sento che questo problema si è esarcerbato,spesso ...

Area Professionale

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Il pensiero innovativo di Irvi…

Le opere di Irvin Yalom pongono una domanda di vasta portata: è ora che gli psicoanalisti e gli psicoterapeuti rivelino di più ai loro pazienti? E, oltre a sfid...

Psicoterapia: quali effetti su…

Uno studio pubblicato nella rivista “Psychotherapy Research” evidenzia che lavorare come psicoterapeuta e con la psicoterapia ha implicazioni complesse, sia pos...

Le parole della Psicologia

Misofonia

La misofonia, che letteralmente significa “odio per i suoni”,  è una forma di ridotta tolleranza al suono. Si ritiene possa essere un disturbo neurologico...

Schema corporeo

  Il termine schema corporeo definisce una rappresentazione cognitiva inconsapevole della posizione e dell'estensione del corpo nello spazio e dell'organi...

Atassia

L’atassia è un disturbo della coordinazione dei movimenti che deriva da un deficit del controllo sensitivo. ...

News Letters

0
condivisioni