Pubblicità

Più diffuso di quanto si creda il Disturbo Bipolare

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 492 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Uno studio recentemente apparso sul numero di Gennaio del Journal of Clinical Psychiatry afferma che sono un terzo in più di quanto si credesse in precedenza gli americani che soffrono di Disturbo Bipolare. La ricerca, svolta su di un campione di 85.000 individui attraverso la somministrazione del Mood Disorder Questionnaire (MDQ), mostra come sia circa il 4% (2.3 milioni di statunitensi) il numero di persone affette da Disturbo Bipolare e non l'1% come suggerivano studi condotti in precedenza.

Il Disturbo Bipolare è una malattia cronica potenzialmente fatale. E' caratterizzata da una estrema variabilità di comportamento che può manifestarsi come eccessivo (fase maniacale) o estremamente coartato (fase depressiva) ed ha fra i suoi rischi più concreti la possibilità di suicidio.

Lo studio rivela anche che l'80% di coloro che risultano avere una sintomatologia compatibile con la diagnosi di Disturbo Bipolare (conosciuto anche come Depressione Maniacale) non sono mai stati diagnosticati come tali e quindi non considerati come "malati" e che circa un terzo è stato diagnosticato, invece, come Depressione Maggiore.

Dalle conclusioni della ricerca emerge la necessità di una accurata campagna di prevenzione e di uno screening generalizzato che consenta di individuare (in particolare nella fascia della popolazione compresa fra i 18 ed i 24 anni e fra coloro che sono sotto-occupati, due categorie particolarmente a rischio) le persone affette da Disturbo Bipolare.

La ricerca afferma, inoltre, che il 19% delle persone diagnosticate come Maniaco-Depressive manifestano, contemporaneamente, abuso di alcool e droga ed hanno alte possibilità di sviluppare patologie quali asma, allergie ed emicrania.

tratto da "ScoutNews (1/2003)"

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

senso di colpa e dipendenza […

Marco, 30 anni Proverò a essere breve. Mi sono sempre sentito in generale infelice, anche quando le cose mi vanno bene, ho sempre avuto difficoltà nelle r...

Non ce la faccio più [15922277…

Ciao03, 16 anni Voglio finirla qua, non riesco più ad andare avanti. Ho 16 anni e sono sempre stata una persona estroversa e vivace piena di amici. Nonos...

Vorrei avere maggiori informaz…

eleonora, 33 anni  Buongiorno. Sono Eleonora, la ragazza di 33 anni che vi ha scritto (la mia domanda è intitolata “La mia vita con gli attacchi di p...

Area Professionale

Usi Facebook come professionis…

Facebook è uno strumento molto potente per il professionista ma, contemporaneamente, ha al suo interno molti pericoli che devono essere assolutamente evitati...

Allarme Coronavirus ed operato…

La pandemia per COVID-19 ha causato reazioni diverse, si è potuto osservare tentativi di minimizzare gli effetti di questa problematica e contemporaneamente com...

Il Test del Villaggio nel post…

Il periodo di pandemia collegata al Covid-19 tende progressivamente a ridursi e diventa utile analizzare le reazioni dei pazienti alla somministrazione del Test...

Le parole della Psicologia

L’adolescenza

L'adolescenza (dal latino adolescentia, derivato dal verbo adolescĕre, «crescere») è quel tratto dell'età evolutiva caratterizzato dalla transizione dallo stato...

Gerontofilia

Con il termine  gerontofilia (dal greco geron  anziano e philia cioè amore affinità) si indica una perversione sessuale caratterizzata da un'esclusi...

Apprendimento globale

L'appredimento globale riguarda il nostro modo personale di affrontare un problema. Come viene appreso l'ambiente intorno a sé e come vengono acquisite nuove...

News Letters

0
condivisioni