Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Poche gratificazioni sul lavoro? Più infarti

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 306 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Chi svolge lavori stressanti e senza gratificazioni ha il doppio di probabilità di morire per attacchi di cuore, secondo uno studio, pubblicato sul British Medical Journal, su 800 impiegati sani di una industria finlandese di metallo per un periodo di 25 anni.Soprattutto se non ci sono pari gratificazioni agli sforzi e alla fatica. Lo stress da lavoro, il nervosismo e la mancanza di gratificazioni sono collegate ad un vertiginoso aumento di colesterolo nell'organismo riscontrato dagli autori finlandesi della ricerca dell'Institute for Occupational Health. E' questa una possibile spiegazione del legame tra stress da lavoro e malattie cardiache.

Gli impiegati hanno compilato un questionario nel quale dovevano indicare il tipo di lavoro svolto, il grado di stress che sentivano e il grado di gratificazione che ne ricevevano. Con ciò non si intendeva soltanto il salario ma anche il riconoscimento sociale, la sicurezza nel lavoro e le opportunità di carriera. Coloro che risultavano con una notevole differenza tra grado di stress e gratificazione, sono risultati poi con un rischio doppio di infarto.

Anche la British Heart Foundation della Gran Bretagna ha concluso una ricerca da cui risulta che chi svolge lavori manuali in una fabbrica è più a rischio di malattie coronarie di quelli che lavorano negli uffici.
(s. j. s)

Articolo interamente tratto da "La Repubblica" del 7.11.02

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fine di un amore senza motivo …

tz86, 31     Buongiorno, è circa un mese che sono stato lasciato dalla mia ragazza. Una relazione breve, circa un anno. Ma molto intensa e bella...

Difficoltà nelle relazioni con…

io, 25     Lavoro in un codominio come portiere, da un po' di tempo ho come la sensazione che si approffitino di me. ...

Distacco dai genitori (1526380…

Alice, 25     Buongiorno, sono una ragazza di 25 anni che lavora. Ho un fidanzato e per fine anno vorremmo andare a convivere. ...

Area Professionale

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Obesità e Confine del Sé nel T…

In tutti i disturbi del comportamento alimentare, ed in particolare nell'obesità, troviamo le problematiche relative alla dimensione del dare/avere e del dentro...

Le parole della Psicologia

Dipendenza sessuale

“Brandon ha paura di questa intimità, fa sesso casuale o con prostitute, ma se deve davvero fare l’amore per lui è impossibile, perché lasciar entrare qualcuno ...

Violenza domestica

La violenza domestica è il comportamento abusante di uno o entrambi i compagni in una relazione intima di coppia, quali il matrimonio e la coabitazione. Second...

Pet therapy

Con il termine pet therapy s'intende generalmente, una terapia dolce, basata sull'interazione uomo-animale. Si tratta di una terapia che integra, rafforza e co...

News Letters

0
condivisioni