Pubblicità

Prevenzione del comportamento suicidario nell'ADHD

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 317 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

Che effetto ha il trattamento farmacologico dell'ADHD sul comportamento suicidario?

Prevenzione del comportamento suicidario nellADHDGli individui con disturbo da deficit di attenzione / iperattività (ADHD) hanno un rischio elevato di comportamenti suicidari. I farmaci stimolanti sono utili nel trattamento dei sintomi fondamentali dell'ADHD; sono disponibili anche farmaci non stimolanti per il trattamento di questo disturbo. Questi farmaci influenzano il rischio di tentativi di suicidio?

Zheng Chang e colleghi hanno recentemente pubblicato i risultati di un ampio studio su questa domanda nella rivista Biological Psychiatry.

Questi investigatori hanno analizzato le informazioni non identificate da banche dati contenenti richieste di assicurazioni sanitarie commerciali sponsorizzate dai datori di lavoro degli Stati Uniti tra il 2005 e il 2014.

In particolare, hanno esaminato le richieste di ricovero ospedaliero, ambulatoriale e hanno compilato richieste di prescrizione da parte di 146 milioni di persone che rappresentano circa il 49% della popolazione degli Stati Uniti.

Da queste informazioni, hanno identificato un gruppo di circa 3,8 milioni di persone con una diagnosi di ADHD.

Sono stati anche in grado di accertare i mesi in cui un individuo ha fatto visita al pronto soccorso, una corsa in ambulanza o un ricovero in ospedale associato a un tentativo di suicidio e correlare tali informazioni con periodi in cui queste persone hanno compilato le prescrizioni per farmaci stimolanti o non stimolanti per l'ADHD.

I risultati dello studio erano chiari.

Pubblicità

Durante i mesi in cui le persone compilavano le prescrizioni per i farmaci per l'ADHD, c'era un rischio inferiore del 31-39% di un tentativo di suicidio rispetto ai mesi senza una richiesta completa di farmaci per l'ADHD. Questo effetto è stato osservato per tutte le fasce d'età che vanno dai bambini agli individui di mezza età.

È stato anche osservato per soggetti con o senza anamnesi di depressione o disturbo da uso di sostanze.

È interessante notare che il rischio inferiore era associato solo a farmaci stimolanti per l'ADHD (ad es. Metilfenidato e anfetamine); nessun effetto statisticamente significativo sui tentativi di suicidio è stato osservato durante i mesi in cui agli individui è stata prescritta l'atomoxetina, un farmaco non stimolante.

I meccanismi alla base degli effetti anti-suicidio degli stimolanti nei pazienti con ADHD non possono essere determinati da questo tipo di dati.

Sebbene sia i farmaci stimolanti che quelli non stimolanti possano essere efficaci nel trattamento dei sintomi dell'ADHD, è interessante notare che solo gli stimolanti erano associati a minori rischi di tentativi di suicidio.

Sebbene gli stimolanti siano trattamenti di prima linea per l'ADHD, sono anche farmaci con potenziale abuso. Allo stesso modo, la ketamina ha un potenziale di abuso, e tuttavia, se usata in modo appropriato, ha potenti effetti antidepressivi. Questo può essere vero anche per gli psichedelici e cannabinoidi come la marijuana. Forse non sorprende che i farmaci con potenti influenze sull'attività cerebrale possano avere effetti benefici o deleteri a seconda di come vengono utilizzati.

References

Chang, Z., Quinn, P.D., O'Reilly, L., Sjolander, A., Hur, K., Gibbons, R., Larsson, H., & D'Onofrio, B.M. (2019 Dec 13). Medication for attention-deficit/hyperactivity disorder and risk for suicide attempts. Biol Psychiatry. pii: S0006-3223(19)31920-1. doi: 10.1016/j.biopsych.2019.12.003.

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Perdere le persone importanti …

  Crazy, 48 anni Buonasera, chiedo come si fa ad accettare prima la perdita di un marito e dopo poco quella di un fratello. {loadposition pub3} &n...

Ragazzo insicuro e con ansia d…

Annie, 27 anni       Buonasera! In psicologia, i cinque fattori che elencherò possono essere correlati l'uno all'altro oppure no?* Ansia d...

Situazione complessa [16102055…

  Nanna, 30 anni Ciao, ho cambiato città e lavoro per il mio compagno e ora siamo arrivati a un punto che in ogni discussione lui prende la valigia ...

Area Professionale

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Il pensiero innovativo di Irvi…

Le opere di Irvin Yalom pongono una domanda di vasta portata: è ora che gli psicoanalisti e gli psicoterapeuti rivelino di più ai loro pazienti? E, oltre a sfid...

Psicoterapia: quali effetti su…

Uno studio pubblicato nella rivista “Psychotherapy Research” evidenzia che lavorare come psicoterapeuta e con la psicoterapia ha implicazioni complesse, sia pos...

Le parole della Psicologia

Eiaculazione precoce

Può essere definita come la difficoltà o incapacità da parte dell'uomo nell'esercitare il controllo volontario sull'eiaculazione. L’eiaculazione precoce consis...

Intelligenze Multiple

“Scrivendo questo libro, mi proposi di minare la nozione comune di intelligenza come capacità o potenziale generale che ogni essere umano possiederebbe in misur...

Disturbo Antisociale di Person…

La prevalenza del DAP è pari al 3% nei maschi e all'1% nelle femmine nella popolazione generale, e aumenta al 3-30% in ambiente clinico. Percentuali di preva...

News Letters

0
condivisioni