Pubblicità

Privazione di sonno e eccitazione sessuale

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1434 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

La ricerca pubblicata nel Journal of Sex & Marital Therapy ha trovato un legame tra i disturbi del sonno nelle donne e l'eccitazione sessuale.

donne sonno eccitazioneLo studio condotto su 70 studenti portoghesi ha scoperto che le donne che hanno riferito di mancanza di sonno durante il mese precedente tendevano a segnalare alti livelli di eccitazione sessuale dopo aver immaginato una fantasia sessuale.

Lo studio ha anche scoperto che l'eccitazione indotta dalla fantasia è stata associata con una risposta del testosterone delle donne.

PsyPost ha intervistato Rui Miguel Costa del William James Center for Research.    
Leggi di seguito le sue risposte:

PsyPost: Perché eri interessato a questo argomento?

Costa: “la privazione del sonno può aumentare l'eccitazione sessuale in un breve periodo (il giorno successivo), ma non era chiaro se questo potesse accadere nelle persone che hanno problemi di sonno prolungati (solo alcuni casi studi hanno suggerito che potrebbe essere così).”

Quale dovrebbe essere la persona media da scartare dal vostro studio?

“Abbiamo trovato la prova che le donne con più problemi di sonno hanno più probabilità di suscitare fantasie sessuali. Anche se a volte l'ansia può aumentare l'eccitazione sessuale, ma l’ansia auto-riferita non ha spiegato questo effetto. Il testosterone che aumenta in risposta alla fantasia potrebbe parzialmente spiegare l'effetto.”

Ci sono importanti avvertimenti? Quali domande devono ancora essere affrontate?

“Oltre ad aumentare l'eccitazione sessuale, i disturbi del sonno sono associati alle disfunzioni sessuali. Non è chiaro se questi sono effetti indipendenti, e quali processi potrebbero portare a un particolare risultato. Gli studi di correlazione non permettono inferenze causali; è possibile che le disfunzioni sessuali precedano problemi di sonno solo in alcuni casi.”

“Studi condotti su animali ed esseri umani suggeriscono che, anche se la mancanza di sonno può aumentare l'eccitazione, a volte provoca difficoltà nelle interazioni. Abbiamo ancora bisogno di capire che cosa può portare a risultati diversi anche sotto questo aspetto.”

C'è qualcos'altro che vorresti aggiungere?

“La privazione del sonno può migliorare l'umore nei disturbi depressivi, e uno studio suggerisce che può essere utile per la disfunzione erettile. Resta da verificare se la privazione del sonno può migliorare alcune disfunzioni sessuali. Inoltre, dato che molte droghe ricreative (che riducono le esigenze del sonno) sembrano migliorare l'eccitazione sessuale nei ratti (cocaina, metanfetamina, MDMA), la ricerca futura potrebbe esaminare questa possibilità negli esseri umani.”

Oltre a Costa, lo studio “Poorer Subjective Sleep Quality Is Related to Higher Fantasy-Induced Sexual Arousal in Women of Reproductive Age” è stato condotto anche da Tania F. Oliveira.

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: disturbi del sonno eccitazione sessuale, disfunziooni sessuali,

0
condivisioni

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Afefobia

L’afefobia è una fobia specifica che si concretizza con il disagio e la paura ingiustificate e persistenti di toccare e di essere toccati da altre persone. La parola afefobia, data dall’unione di due...

Le parole della Psicologia

Atarassia

L’atarassia (dal greco “ἀταραξία”, assenza di agitazione o tranquillità) è «la perfetta pace dell’anima che nasce dalla liberazione delle passioni» secondo la filosofia etica legata alla ricerca...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia di perdere i propri cari…

Rita, 22     Salve, parlo a nome del mio fidanzato che non sa che sto scrivendo qui. ...

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Ipnosi

Particolare stato psichico, attraverso il quale è possibile accedere alla dimensione inconscia ed emotiva dell’individuo, concedendo al singolo l'apertura della...

Mobbing

Il termine mobbing deriva dall’inglese “to mob” e significa assalire, soffocare, malmenare. Questo termine fu utilizzato per la prima volta in etologia da Konra...

Ipercinesia

Nel disturbo ipercinetico si ha la contemporanea presenza di sintomi quali: la breve durata dell’attenzione, distrazione, iperattività e almeno un sintomo di im...

News Letters

0
condivisioni