Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Problemi col cibo (145010)

on . Postato in News di psicologia | Letto 263 volte

Selene 31

Salve, mi chiamo Selene e ho una bimba di 2 anni e mezzo. Fin dallo svezzamento, la bambina ha cominciato a dare dei problemi, anche se non seri. Ha mangiato sempre a rilento, per finire un piatto di pappa impiegavamo da 1 ora a quasi 2 ore. Adesso, le cose non sono migliorate molto, nel senso che, per mangiare la pasta che mangiamo noi, impiega da 1 ora e mezza a 2 ore, e tutte le volte quando decide di non volerne piu', l'accumula tutta sulla guancia sinistra e rifiuta a tutti i costi di mandarla giu', a meno che non gliela facciamo sputare fuori. Qualche volta, è capitato che è andata a letto con la pasta in bocca e si e' risvegliata con la stessa ancora in bocca. Non sono mai riuscita a capire questo comportamento, che a volte mi fa andare fuori di testa. Vi prego aiutatemi a capire. Ne ho bisogno. Grazie.

  Cara Selene, è difficile capire certi comportamenti attraverso poche righe di descrizione, ma cercherò di porti diversi quesiti per cercare la strada giusta. Innanzitutto, hai già parlato col pediatra di questo comportamento? Spesso comportamenti anomali sono causati da disagi e malessere del bimbo che non sapendo ancora comunicare bene, cerca di farsi capire mettendo in atto questi comportamenti. E' molto importante escludere che ci sia un problema fisiologico, poi si possono cercare altre cause. Mi può venire in mente ad esempio: quali sono i tuoi comportamenti ed atteggiamenti rispetto al cibo e al momento del pasto di tua figlia, quanto cibo le dai? Se le dai molta più pappa rispetto al suo fabbisogno allora potrebbe impiegarci molto a finire tutto. Una cosa che raccomando: non mandare mai a letto tua figlia con il cibo in bocca! Potrebbe soffocare nel sonno se le va di traverso! Spero tu possa riuscire a scoprirne la causa e vivere più serenamente un momento bello e gratificante come quello della pappa.

(Risponde la Dott.ssa Diana Baggieri)

Pubblicato in data 05/08/2010
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su Psicologi Italiani

Pubblicità
Vuoi conoscere i libri che parlano di Minori per saperne di più?
Cercali su Psiconline® Professional Store

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

dipendenza da chat (1511886186…

Mau, 38     Buongiorno, sono un ragazzo gay, ho 38 anni ed ho una relazione da 4 anni con il mio compagno; l' unico se possiamo dire "neo" che c...

Abuso narcisistico in famiglia…

Apocalisse, 38     Cinque anni fa ho perso mia madre di un grave e raro tumore all'intestino. La sua perdita ha generato un totale disfacimento ...

La danza, da passione a ladra …

Francesca, 29     Buongiorno,all'età di 7 anni ho iniziato a frequentare un corso di danza classica, amatoriale, da quel momento non ho mai più s...

Area Professionale

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

Le parole della Psicologia

Ailurofobia

La ailurofobia o elurofobia comp. di ailuro-, dal gr. áilouros ‘gatto’, e -fobia. è la paura irrazionale e persistente dei gatti. La persona che manifesta ques...

Rêverie

“Rêverie sta a designare lo stato mentale aperto alla ricezione di tutti gli ‘oggetti’ provenienti dall’oggetto amato, quello stato cioè di recepire le identifi...

Mobbing

Il termine mobbing deriva dall’inglese “to mob” e significa assalire, soffocare, malmenare. Questo termine fu utilizzato per la prima volta in...

News Letters