Pubblicità

Problemi di droga in aumento nei giovani americani

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 517 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Da una recente indagine condotta negli Usa da parte del National Household Survey on Drug Abuse , un organismo che si interessa delle problematiche collegate al consumo di droghe soprattutto nella fascia di giovani e giovanissimi, è emerso che fino a nove su dieci giovani che avrebbero bisogno di programmi specifici e trattamenti per contrastare l’abuso di droghe e alcool non ricevono invece un aiuto concreto da parte delle strutture sanitarie deputate. Infatti, da studi precedenti emerge che su una popolazione di 1 milione di giovanissimi americani consumatori di droghe leggere e alcool di età compresa tra i 12 ed i 17anni solo circa 122.000 di essi hanno ricevuto effettivamente dei trattamenti terapeutici di tipo psicologico e/o farmacologico nel corso degli ultimi due anni.

Questi dati sono soltanto la punta di un iceberg” – dice il dr.Mitchell Rosenthal, responsabile della Phoenix House Foundation, la maggiore associazione no–profit che attua programmi di sostegno e cura per i problemi di dipendenza in età giovanile.

I dati emersi dagli studi più recenti infatti sembrano confermare queste previsioni; le stime più recenti raggiungono una cifra di circa 4,7 milioni di giovani consumatori di droghe a partire dai 12 anni di età; di questi, ben 3,9 milioni non hanno ricevuto trattamenti nello scorso anno.

“Abbiamo bisogno di conoscere i dati effettivi del fenomeno dell’abuso giovanile di droghe e alcol – dice il dr. Charles Curie, responsabile del Substance Abuse and Mental Health Services di Rockville (Md-Usa) - per poter intervenire con successo attraverso la messa in atto di tempestivi programmi di prevenzione”.

Tratto da:” Study Shows That Youth Need More Drug Programs” - USA TODAY – Feb.2002

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia e panico (1579815239457)

Mmonic, 17 anni Vi contatto perché non so come fare, come reagire e come trovare una soluzione. Negli ultimi mesi ho il terrore di andare a scuola faccio f...

Fobie paranoie (1579177546962)

Bibby, 40 anni Salve ho 40 anni 2 figli ho perso mia madre 10 anni fa e da allora si è acutizzato tutto paure fobie ansie ancora non ho accettato e provo t...

Ho paura delle conseguenze di …

Orchidea55 , 20 anni Salve Dott.re/ssa, innanzitutto vorrei ringraziarvi per il servizio che offrite. Sono una ragazza di 20 anni. Non ho un partner fisso...

Area Professionale

L’intervento psicologico clini…

Il periodo di emergenza e di pandemia che stiamo affrontando ha imposto una rivisitazione, da parte degli operatori, dei criteri di gestione dell'approccio clin...

E' esplosa la psicologia onlin…

In piena crisi mondiale da Coronavirus è improvvisamente esplosa la psicologia online. Su consiglio del CNOP e obbligati dalle circostanze, molti psicologi e ps...

Gli psicologi nell'emergenza. …

Monica Isabella Ventura, Presidente di Psicologi Emergenza Abruzzo (PEA), ripercorre in poche righe l'esperienza diretta degli psicologi abruzzesi di fronte all...

Le parole della Psicologia

MECCANISMI DI DIFESA

Quando parliamo di meccanismi di difesa facciamo riferimento ad un termine psicoanalitico che individua i processi dinamici e inconsci mossi dall’Io per fronteg...

Nevrastenia

Termine introdotto dal medico statunitense Beard, nel 1884, per designare un quadro clinico, caratterizzato da stanchezza fisica e mentale, irritabilità, insonn...

Identificazione

L’identificazione è quel processo psicologico, attraverso il quale un individuo assume una o più caratteristiche di un altro soggetto, modificandosi parzialme...

News Letters

0
condivisioni