Pubblicità

Psicologi, guerra agli abusivi

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 316 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Gli psicologi dichiarano guerra all’abusivismo professionale. E per farlo, dichiara il neoletto presidente Fulvio Giardina, si metteranno in campo tutte le azioni di tutela in favore della professione. E’ questo uno dei punti cardini delle linee di programma del nuovo Consiglio nazionale degli psicologi per il prossimo quadriennio. “L’identità professionale”, ha spiegato infatti Giardina, “non è sufficiente a contrastare il difficile momento che gli psicologi stanno vivendo nel nostro paese. E, in questo senso, sono necessarie “forti azioni di tutela in favore della professione, soprattutto al fine di garantire e tutelare la salute dei cittadini”. Il riferimento va alle cosiddette nuove professioni come quella di counsellor legittimata dalla Legge 4/13. “In questo quadro si colloca la ridefinizione degli Atti tipici ed una revisione del Codice Deontologico per renderlo più aderente alle nuove modalità di attuazione della professione”. Ma non solo, perché tra le priorità di questo nuovo mandato il nuovo Cn ha programmato diversi interventi dai settori della sanità, a quelli delle formazione universitaria lavorando per l’ abolizione della laurea breve. “Serve”, ha precisato ancora il presidente, “una forte azione di valorizzazione della professione concertando innanzitutto con le università la programmazione degli accessi ai corsi di laurea in psicologia, favorendo un ritorno in tempi brevi al corso di laurea quinquennale superando, quindi, quella triennale ed escludendo ogni percorso formativo proposto per via informatica, on-line”. Vanno ricercati e sviluppati, poi, nuovi ambiti applicativi della professione, quale l’intervento nel territorio, per dare risposta “alle necessità individuali e sociali che oggi non trovano sostegno nella rete dei servizi assistenziali e sanitari; l’affiancamento al medico di base per migliorare la qualità dell’intervento messo in atto, mirato anche ad una riduzione della spesa farmaceutica, così come interventi normativi che ridefiniscano nuovi livelli e modalità di intervento degli psicologi nella scuola a supporto di alunni, famiglie e insegnanti. Tra gli ambiti emergenti della professione che vanno adeguatamente promossi da segnalare, quelli legati all’uso delle nuove tecnologie, alla sicurezza stradale, alle assicurazioni.”


Tratto da www.italiaoggi.it - Prosegui nella lettura dell'articolo


0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Difficoltà nei rapporti sessua…

Emilio, 20     Salve, sono Emilio, ho 20 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Erotomania

In psichiatria è un tipo di disturbo delirante in cui il paziente ha la convinzione infondata e ossessiva che un'altra persona provi sentimenti amorosi nei suoi...

La Comunicazione

La comunicazione (dal latino cum = con, e munire = legare, costruire e dal latino communico = mettere in comune, far partecipe) nella sua prima definizione è l...

Amnesia

Dal greco a-mnesis (non-ricordo), il termine amnesia indica la compromissione grave e selettiva della memoria a lungo termine (MLT), indipendente dal tipo di st...

News Letters

0
condivisioni