Pubblicità

Psicologi, nelle piazze della Toscana per tutelare i cittadini

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 302 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Una campagna informativa dell’Ordine regionale. Presenze sui ‘media’, gazebo, studi aperti e consulti gratuiti per diffondere la conoscenza della figura professionale ed offrire certezze a chi sceglie di rivolgersi allo psicologo

E' stata presentata stamattina a Palazzo Medici Riccardi una campagna informativa a tutela dei cittadini promossa dall’Ordine degli Psicologi della Toscana, finalizzata ad una migliore conoscenza della figura dello Psicologo ed alla difesa da chi esercita abusivamente questa professione. L'iniziativa – che prenderà avvio nei prossimi giorni – prevede la presenza di gazebo nelle principali piazze della Toscana, spazi sui più importanti mezzi di comunicazione ed inoltre l’apertura al pubblico degli studi, con possibilità di avere un colloquio con psicologi professionisti, in modo da comprendere al meglio il tipo d’intervento che queste figure professionali sono in grado di offrire. Gli studi saranno aperti dal 26 al 30 ottobre prossimo. In tutto circa 800 strutture in tutta la regione, a disposizione per un colloquio gratuito. Poi, in strade e piazze toscane, si potrà trovare – all’interno dei gazebo –materiale informativo adeguato ad ‘aprire un dialogo’ tra psicologi e cittadini.
Alla presentazione della campagna di tutela erano presenti Sandra Vannoni, Presidente dell’Ordine degli Psicologi della Toscana, e l'Assessore alle Politiche sociali Alessia Ballini. “Per riuscire ad affrontare e risolvere i propri problemi – dice Sandra Vannoni - bisogna rivolgersi ad un professionista serio, che abbia conseguito i titoli necessari e seguito un percorso definito. La tutela dei cittadini passa dalla capacità di riconoscere i professionisti veri e formati, diffidando allo stesso tempo da coloro che si pongono sul mercato senza la preparazione necessaria”. “A noi – conclude la presidente Vannoni – non interessa una presenza di tipo corporativo, ma la tutela del cittadino, che deve avere garanzie rispetto a pratiche che hanno una ricaduta sulla salute e che necessitano di informazioni chiare e corrette”.
“Tra i compiti della Provincia – dice l’Assessore Ballini – c’è anche quello di tutelare e garantire i cittadini, per consentire loro di rapportarsi, nelle differenti situazioni, con figure professionali adeguate. Proprio questo è lo spirito della collaborazione tra Provincia ed Ordine degli psicologi della Toscana. Una realtà che offre le necessarie garanzie nei confronti dei cittadini, accompagnandoli con figure formate e preparate nei momenti difficili della loro vita”.

 

tratto da "Provincia di Firenze" - clicca qui per proseguire nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Perdita improvvisa di un genit…

lorena, 26 Salve, innanzitutto ringrazio per questa preziosa opportunità. Scrivo questo messaggio per conto del mio fidanzato, lo stesso ha infatti perso il ...

Disturbo bipolare dell'umore (…

settepassi, 63 Soffro da circa 8 anni di DISTURBO BIPOLARE dell' UMORE, almeno così mi è stato diagnosticato. ...

Il mio compagno (156087164017)

Simy, 42 Il mio compagno è un uomo straordinario, nn mi fa mancare nulla materialmente, ama i miei figli (avuti da un matrimonio precedente). ...

Area Professionale

Articolo 22 - il Codice Deonto…

Con il commento all'art. 22 (ruolo professionale dello psicologo) prosegue su Psiconline.it il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che, sett...

Articolo 21 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.21 (insegnamento strumenti e tecniche psicologiche), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardi...

Articolo 20 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.20 (didattica e deontologia), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo s...

Le parole della Psicologia

Musofobia

Il termine musofobia, che deriva del greco μῦς (mys) che significa "topo", è la paura persistente ed ingiustificata per i topi, più in generale per i roditori. ...

Autoaccusa

Si definisce auotaccusa l'accusa che una persona fa, spontaneamente, di una propria colpa, anche inesistente. E' l'attribuzione di una colpa commessa da altr...

Ginandromorfismo

Condizione, in biologia, per cui in un individuo (ginandromorfo) compaiono alcuni caratteri propri del maschio e altri propri della femmina, per effetto di un m...

News Letters

0
condivisioni