Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Psicologia del lavoro: "10 consigli scientifici per affrontare il Colloquio di Lavoro

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 403 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Ciao vuoi trovare un nuovo lavoro? non è di certo solo questione di fortuna, ma di impegno. Penso che non ci sia periodo migliore per pubblicare un post su come fare un buon colloquio di lavoro. Te ne ho già parlato diverse volte, ed anche oggi voglio darti i consigli che sono frutto di anni e anni di ricerca in ambito psicologico. Come accade spesso "non è farina del mio sacco" ma di quello dello stupendo psyblog.Ovviamente non sarà una traduzione letterale...
Bando alle ciance ed ecco i 10 consigli: 1) Chiacchiera ma evita di auto-promuoverti: il colloquio deve assumere le caratteristiche di una chiacchierata fra amici, evitando di mettere in luce le tue qualità. Evitando di ostentarle e di mostrarle sino a quando non ci è richiesto.Higgins e Judge lo hanno provato nel 2004, chiedendo a 116 laureati di "auto-promuoversi" al primo colloquio (che era una simulazione ma loro non lo sapevano), confermando il proverbio "chi si loda s'imbroda".
Nonostante chi cerca di assumerti desideri sapere "quanto ne sai tu", in realtà le ricerche dimostrano che scelgono chi riesce ad intavolare una piacevole chiacchierata, piuttosto che chi sciorina i dati tecnici dell'azienda.

2) Il controllo: le ricerche dimostrano che una delle qualità che i datori di lavoro amano maggiormente, è quella del controllo. Cioè di venire a sapere che, durante una situazione di crisi sei riuscito a tenere il controllo su te stesso e su chi, eventualmente, tu stessi "comandando". Questa, non a caso, è una delle domande più frequenti durante i colloqui di lavoro, es: "mi descriva una situazione difficile e mi dica come si è comportato".
Tu puoi inventarti delle storie o andare a pescare nel tuo passato una volta in cui hai "mantenuto il controllo". Ovviamente esistono degli specifici strumenti per 
valutare quando sia vera la tua affermazione, per cui tieniti pronto, se il posto è di alto livello, ad essere sottoposto ad assestment specifici con "crisi simulate"
da risolvere (se non sbaglio si chiamano "in basket"). Se segui PsiNeL sai che ritengo la mindfulness un ottimo strumento per "avere maggiore controllo sulle tue emozioni".

Tratto da: "psicologianeurolinguistica.net" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Difficoltà nella gestione dell…

Chiara111, 20     Salve. Richiedo l’aiuto di un esperto, di qualcuno che possa prendersi carico del mio problema. ...

Suicidio (1529267882787)

chopperozzi15, 14     voglio tentare il suicidio entro il 20 ...

Una relazione finita... in cli…

SammySun, 30     Salve, ho 30 anni e da un mese ho messo fine ad una relazione durata 2 anni e mezzo con un ragazzo della mia stessa età. ...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Bulimia

La bulimia è, insieme all’anoressia, uno dei più importanti disturbi del comportamento alimentare. L’etimologia della parola “bulimia” deriva dai termini grec...

Sindrome di Cotard

E’ una sindrome delirante che porta la persona a credere di essere morta, di non esistere più oppure di aver perso tutti gli organi interni. Jules Cotard, un n...

Voyeurismo

Il Voyeurismo (dal francese  voyeur che indica chi guarda, “guardone”)  è un disordine della preferenza sessuale. I voyeur sono quasi sempre uomini ch...

News Letters

0
condivisioni