Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

PSICONLINE NEWS n.168 - 5.10.2003

on . Postato in News di psicologia | Letto 205 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
  • Dimmi come dormi...
  • Un matrimonio felice fa bene al cuore
  • Convivere con il cancro: la psiconcologia insegna come
  • Un italiano su due 'insoddisfatto' della propria vita sessuale
  • Salk Researcher Provides New View On How The Brain Functions
  • STUDY LINKS IQ AND AFFLUENCE LEVEL TO LONGEVITY

Dimmi come dormi...
La posizione in cui si dorme è indice della propria personalità. Lo sostiene uno studio inglese condotto dallo Sleep Assessment and Advisory Service.
Lo studio ha catalogato le varie posizioni in cui normalmente si dorme e le ha messe in relazione con i tratti della personalità.
La posizione più comune è quella in cui si dorme raggomitolati, detta anche fetale. È la più utilizzata in assoluto dalle donne. Chi dorme così è timido e sensibile.
Chi invece dorme disteso sulla schiena con le braccia lungo il corpo, nella posizione chiamata del soldato, è quieto e riservato.
La posizione detta del tronco, cioè sdraiati su un lato con le braccia e le gambe distese, indica una persona socievole e accomodante.

continua...

 

Un matrimonio felice fa bene al cuore
Il fattore di rischio nello sviluppo di malattie cardiovascolari si abbassa nelle donne che hanno una vita sentimentale soddisfacente. Lo ha scoperto uno studio durato 13 anni e svolto dalle Università di San Diego e Pittsburgh.
Lo studio ha coinvolto 493 donne tra i 42 e i 50 anni cui è stato chiesto dare una valutazione sulla qualità del rapporto con il loro partner, utilizzando una scala stabilita: valutazione buona, mediocre e scarsa. Lo studio comprendeva anche donne single, divorziate e vedove.

continua...


Convivere con il cancro: la psiconcologia insegna come
Ad ottobre, la Società Italiana di Psiconcologia si riunisce per presentare gli effetti positivi di una disciplina non ancora conosciuta come meriterebbe e soprattutto per smuovere tutti i settori della società verso la necessità di un’assistenza multidisciplinare sempre più qualificata nei confronti dell’ammalato e dei suoi familiari.
Dal 7 all’11 ottobre si svolgerà, infatti, ad Acireale e Catania l’VIII Convegno Nazionale della SIPO, la Società Italiana di Psiconcologia. Tema centrale del convegno sarà: “L’integrazione tra cure mediche, trattamento farmacologico e intervento psicologico in oncologia”.
Attraverso un programma ampio ed articolato di tavole rotonde e sessioni specialistiche, l’obiettivo del Convegno sarà quello di richiamare l’attenzione di tutti i settori della società sulla necessità di dare una svolta concreta e incisiva nella qualità e modalità di convivenza con la malattia oncologica, nella sua intrinseca essenza di malattia sociale con ripercussioni in tutti i campi del vivere quotidiano.

continua...


Un italiano su due 'insoddisfatto' della propria vita sessuale
Il 53,7% degli uomini ed addirittura il 58,8% delle donne ammetteno di essere insoddisfatti della propria vita sessuale: a rivelarlo sono i dati emersi da quasi 600 questionari distribuiti negli ambulatori di medici di famiglia della Società Italiana di Medicina Generale (SIMG) ed ai quali era possibile rispondere in forma anonima.
Per il 35,9% dei 270 uomini il problema maggiore è mantenere l'erezione, una percentuale analoga (35,4) ha difficoltà erettive, il 32,3% fatica a raggiungere l'orgasmo e il 29,3% si blocca al momento della penetrazione. Anche il quadro femminile non è confortante: quasi la metà (46,6%) ammette di non riuscire a portare a termine il rapporto, il 30,1% lamenta problemi di orgasmo e il 26,9% di lubrificazione. Altro aspetto che lascia perplessi gli esperti è che il 7% degli uomini e il 15% delle donne dichiara di non avere avuto rapporti sessuali nell'ultimo mese.
"Ma il dato più allarmante - sostiene la dott. Raffaella Michieli, responsabile area Salute della donna della SIMG - è che la maggioranza del campione non solo è giovane - il 32.1% ha dai 20 ai 39 anni e il 21,9% tra i 40 e i 49 - ma anche in buone condizioni di salute. E nell'ultimo mese l'83,7% dei maschi e l'82,1% delle donne ha avuto desiderio o stimolo sessuale".
I risultati preliminari della ricerca, pubblicata sul British Medical Journal, sono stati illustrati oggi a Roma nel corso della conferenza stampa di presentazione del I congresso nazionale sulla sessualità in medicina generale, dal titolo "Il desiderio e le parole", in programma all'Hotel San Paolo Palace di Palermo il 26 e 27 settembre prossimi.

continua...

 

Salk Researcher Provides New View On How The Brain Functions
Scientists are developing a new paradigm for how the brain functions. They propose that the brain is not a huge fixed network, as had been previously thought, but a dynamic, changing network that adapts continuously to meet the demands of communication and computational needs.
In the Sept. 26 issue of Science, Salk Institute professor Terrence Sejnowski and University of Cambridge professor Simon Laughlin argue that the human brain has evolved to operate as an enormously efficient "hybrid device," capable of making far more sophisticated computations than the most powerful computers, and the long-distance communication systems in brains have been optimized by evolution for energy efficiency.
"In the past, we were only able to look at brain function by looking at single neurons or local networks of neurons. We were only able to see the trees, so to speak," said Sejnowski. "With breakthroughs in recording techniques including brain imaging, which gives us a global picture of brain activity, and advances in computational neurobiology, we can now take a more global perspective. We're looking at the entire forest, and we're asking the question: How has the forest evolved?"

continua...


STUDY LINKS IQ AND AFFLUENCE LEVEL TO LONGEVITY
By following nearly 1,000 subjects during a 70-year span, Scottish researchers have found that people with high IQs who reside in poor neighborhoods lived longer than people in similar areas with low IQs, while the intelligence score was not important for longevity for people living in wealthy neighborhoods.
“The significant interaction found between IQ and deprivation suggests that IQ in childhood is less important in terms of mortality for people who live in more affluent areas in adulthood than for people who live in deprived areas,” says Carole L. Hart, Ph.D., of the University of Glasgow and colleagues from other universities in Scotland.
Their findings are published in the September issue of Psychosomatic Medicine.
The high-IQ individuals may have lived long lives because they learned better health behaviors early in life or because higher mental ability allowed them to better cope with adverse situations over the years, the researchers suggest.
The study examined results of the Scottish Mental Survey, an intelligence test held June 1, 1932, for 87,498 Scottish schoolchildren born in 1921.

continua...

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Decisione scolastica (15164313…

Simo, 45     Mio figlio fa la 5^ elem. Ora deve scegliere le medie dove farle. ...

Psicoterapia e problemi (15164…

Luna, 39     Si può continuare una psicoterapia pur se si è innamorati dal primo mese del proprio terapeuta? ...

Chiarimenti alla risposta del …

ALEXA1,52     Sono Alexa nel ringraziarla per la sua risposta dottore vorrei se fosse possibile chiarimenti poichè se fosse solo amicizia la nost...

Area Professionale

L'infanzia abusata, pedofilia …

La fenomenologia degli abusi e dei danni all’infanzia (child abuse) interessa molteplici aspetti psicologici, emozionali e relazionali che compongono il quadro ...

Sistema Tessera Sanitaria

L’articolo 1 del DM 01.09.2016 ha previsto che anche gli psicologi iscritti all’Albo, secondo quanto stabilito dalla Legge 56/1989, dovranno effettuare la trasm...

Salute e sicurezza negli Studi…

  A fare chiarezza sugli adempimenti e sugli obblighi in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro negli studi professionali, è intervenuta già...

Le parole della Psicologia

Zoosadismo

E’ un disturbo psichiatrico che porta l'individuo a provare piacere nell'osservare o nell'infliggere sofferenze o morte ad un animale Lo zoosadismo, termine in...

Musofobia

Il termine musofobia, che deriva del greco μῦς (mys) che significa "topo", è la paura persistente ed ingiustificata per i topi, più in generale per i roditori. ...

Percezione

Tradizionalmente, gli psicologi hanno distinto il modo nel quale noi riceviamo le informazioni dal mondo esterno in due fasi separate: Sensazione: riguarda i...

News Letters