Pubblicità

PSICONLINE NEWS n.182 - 15.2.2004

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 216 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
  • Verso i ragazzi "difficili" né debolezza né distacco
  • DONNE PIÙ SENSIBILI ALLO STRESS E PIÙ SOGGETTE A DEPRESSIONE
  • L’AMORE È ANCHE UNA QUESTIONE DI ODORE
  • Men, Having Friends Is Good for the Heart
  • SAT measures more than student performance, research shows it is also a reliable measure of IQ
  • New Device To Be Tested On Patients With Major Depression

Verso i ragazzi "difficili" né debolezza né distacco
Alcuni consigli pratici alle famiglie e agli insegnanti sui giovani che vivono con forti disturbi di relazione
Nel concetto di personalità rientrano l’insieme delle caratteristiche tipiche del modo di essere di un individuo. Quando queste caratteristiche diventano disadattive, inflessibili e persistenti, fino a causare menomazioni funzionali significative o disagio soggettivo si parla, in ambito clinico, di "disturbo di personalità". (…)
Con il termine di disturbo borderline di personalità, si intende un disturbo di relazione che impedisce al soggetto di stabilire rapporti di amicizia, affetto o amore stabili nel tempo. (…) Nell’analisi di questi pazienti troviamo spesso il vissuto di una grave ingiustizia subita nell’infanzia, di cui il soggetto non ha spesso un ricordo ben preciso. Il dato più importante riguarda l’elaborazione operata dal borderline del trauma di base (…)

continua...

DONNE PIÙ SENSIBILI ALLO STRESS E PIÙ SOGGETTE A DEPRESSIONE
I disturbi correlati allo stress, come alcuni tipi di depressione, colpiscono le donne in misura doppia rispetto agli uomini. Lo hanno verificato all’Università di Yale, dove topi di entrambi i sessi sono stati esposti a differenti livelli di stress e poi sottoposti alla misurazione del livello di estrogeni nel sangue. Dal momento che sarebbe complesso capire se una cavia non umana è depressa, per valutare la loro efficienza mentale è stata misurata la memoria a breve termine.
Gli autori hanno rilevato che nelle prove di memoria, in assenza di stress maschi e femmine rispondevano con performance sovrapponibili. E che anche in presenza di stimoli molto stressabnti la qualità delle prestazioni calava in entrambi i sessi, mostrando significativi errori di memoria.
Ma dopo l’esposizione a moderati livelli di stress le femmine di topo sbagliavano, al contrario dei maschi che non ne risentivano gli effetti.
Questi dati suggeriscono che alti livelli di estrogeno possono incrementare la risposta del cervello allo stress, rendendo il sesso femminile più vulnerabile a disturbi come la depressione o il disturbo post-traumatico da stress.

continua...


L’AMORE È ANCHE UNA QUESTIONE DI ODORE
Come ci innamoriamo? Perché scegliamo una persona come partner? Perché rimaniamo legati? Perché non riusciamo ad avere un legame permanente? Ebbene sembra essere tutta una questione di ormoni, e di odori
Esperti delle università di Edinburgh e di st Andrews hanno scoperto che, almeno in fatto di amore, quello che percepiamo con l’olfatto è altrettanto importante di ciò che vediamo con gli occhi. Esiste inoltre un ormone in grado di “decidere” se “fa per noi” o meno un legame di tipo permanente.
I ricercatori hanno scoperto che nella scelta del partner, e nelle relazioni di lunga durata, l’odore emanato dal corpo è importante quanto l’aspetto fisico e i lineamenti del viso, che invece sono fondamentali nei flirt che non siano percepiti come una scelta importante di vita.
La conclusione è stata tratta da Elisabeth Cornwell della School of Psychology della Universita' di St Andrews nel suo ultimo lavoro apparso sulla rivista Proceedings B della Royal Society.

continua...


Men, Having Friends Is Good for the Heart
Men who have many friends they can turn to for support are significantly less likely to develop heart disease, findings from a new study show.
A group of Swedish investigators found that men with the most social support were about half as likely to develop heart disease as men who had the least social support.
Study author Dr. Annika Rosengren told Reuters Health that these results likely apply to women, as well, since previous research has shown that, among women with heart problems, those who have few quality friends they see on a regular basis tend to have more widespread disease than others.
Although these findings are compelling, the reason why having close friends and staying connected to them might help people's hearts remains a mystery, Rosengren said.

continua...


SAT measures more than student performance, research shows it is also a reliable measure of IQ
Each year thousands of high school students take the Scholastic Assessment Test, or SAT, hoping to gain admission to the college of their choice. Colleges and universities use SAT scores to help project a prospective student's performance. But research shows there is more to the SAT, that it is really an intelligence test.
Meredith C. Frey and Douglas K. Detterman, researchers at Case Western Reserve University, have shown that students' SAT test scores correlate as highly as, and sometimes higher than, IQ tests correlate with each other. This is strong evidence that the SAT is a de facto intelligence test. Their findings will be published in the June issue of Psychological Science, a journal of the American Psychological Society.
While this finding may be surprising to many who take the test, it was no surprise to the researchers. The origins of the SAT can be traced back to intelligence tests that were originally given to screen entrants into the armed forces. Many who study intelligence had suspected that the SAT was an intelligence test though it seems no one had ever investigated the relationship.

continua...


New Device To Be Tested On Patients With Major Depression
Transcranial Magnetic Stimulation (TMS), a technique that uses repeated short bursts of magnetic energy to stimulate nerve cells in the brain, will soon be tested at Wake Forest University Baptist Medical Center as a treatment for major depression.
Wake Forest Baptist will be one of 16 centers participating in the national clinical trial to compare TMS with a "sham" treatment in patients with major depression.
Smaller preliminary studies have indicated that TMS has an antidepressant effect, but this larger, more rigorous trial is necessary to better understand the strength of the effect and gain U.S. Food and Drug Administration (FDA) clearance for use, said Peter Rosenquist, M.D., principal investigator at Wake Forest

continua...

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

Resistenza

“La resistenza è l’indice infallibile dell’esistenza del conflitto. Deve esserci una forza che tenta di esprimere qualcosa ed un’altra forza che si rifiuta di c...

Autostima

L'autostima è il processo soggettivo e duraturo che porta il soggetto a valutare e apprezzare se stesso tramite l'autoapprovazione del proprio valore personale ...

Barbiturici

Con il termine Barbiturici si indica quella classe di farmaci anestetici, antiepilettici ed ipnotici, derivati dall’acido barbiturico (o malonilurea), che hanno...

News Letters

0
condivisioni