Pubblicità

PSICONLINE NEWS n.197 - 13.6.2004

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 232 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
  • Ingannare la miopia allenando il cervello per vedere bene
  • POST-PARTO: MALINCONIA E SOLITUDINE PER 78% DELLE DONNE
  • Antidepressivi vietati ai bambini, indagati 94 medici
  • How brain gives special resonance to emotional memories
  • Why grandparents prefer certain kin to others

Ingannare la miopia allenando il cervello per vedere bene
Allenare il cervello di chi è miope in modo da consentire di vedere bene senza lenti correttive o interventi chirurgici. Questo è quanto promette un rivoluzionario metodo testato per la prima volta a Singapore.
Il principio sul quale si basano coloro che sostengono questo rivoluzionario modo di trattare la miopia è che il cervello di chi è costretto ad usare gli occhiali può essere addestrato per consentire all'occhio di vedere meglio. Per cui invece di correggere la visione mettendo a fuoco le immagini con le lenti prima che esse vengano analizzate dal cervello, è il cervello stesso che viene “riprogrammato” in modo da re-insegnare ad esso il modo di vedere le immagini.
Il trattamento consiste in 20 - 30 minuti delle esercizi visivi da svolgere servendosi di un computer, tre volte a settimana, per un periodo complessivo che varia dai due ai sei mesi.
A mettere in pratica il metodo è il Singapore National Eye Centre che si serve di una tecnologia sviluppata negli Stati Uniti dalla NeuroVision.

continua...

POST-PARTO: MALINCONIA E SOLITUDINE PER 78% DELLE DONNE
Lo stress post parto è un fenomeno molto diffuso che può portare disagi, con conseguenze a volte anche gravi, sia per i genitori che per il neonato. Secondo un'indagine svolta dal Moige - Movimento italiano genitori e da Avent, azienda specializzata in prodotti per l'allattamento e la prima infanzia, in collaborazione con la cattedra di Medicina sociale de "La Sapienza", il 78% delle donne nel periodo successivo al parto soffre di malinconia e solitudine, il 59% ha rancore verso il partner e il 27% sente il bisogno di confrontarsi con donne che abbiano già vissuto la maternità, per poter comunicare in maniera diretta i propri stati d'animo. Sulla base di questi dati Moige e Avent hanno dato vita, due mesi fa, all'iniziativa "Bimbo Sereno - incontri formativi per neo genitori" che traccia oggi il suo primo bilancio.

continua...

 

Antidepressivi vietati ai bambini, indagati 94 medici
Antidepressivi vietati somministrati a minori. Per questo, novantaquattro medici di base sono indagati nell'ambito di una inchiesta della Procura di Torino per aver prescritto a 109 bambini e adolescenti, affetti da depressione, farmaci controindicati per i minorenni perchè contenenti un principio attivo che aggrava i disturbi psichici.
La sostanza in questione è la Paroxotina, contenuto in sei medicinali regolarmente in commercio. Il Ministero della Salute, sulla scorta di alcuni studi clinici, nel luglio del 2003 ha ordinato alle case produttrici di scrivere sui foglietti illustrativi che è controindicato per i giovanissimi, e ha anche inoltrato una circolare a tutti i medici. Tuttavia, secondo quanto ha accertato il pm Raffaele Guariniello esaminando dati forniti dalla Regione, in Piemonte dall'agosto al dicembre del 2003 i farmaci sono stati prescritti 109 volte.

continua...

How brain gives special resonance to emotional memories
If the emotional memory of a traumatic car accident or the thrill of first love are remembered with a special resonance, it is because they engage different brain structures than do normal memories, Duke University researchers have discovered.
Their new study provides clear evidence from humans that the brain's emotional center, called the amygdala, interacts with memory-related brain regions during the formation of emotional memories, perhaps to give such memories their indelible emotional resonance.
The researchers said their basic insights could contribute to understanding of the role that the neural mechanisms underlying emotional memory formation play in post traumatic stress disorder and depression.
The study by Florin Dolcos, Kevin LaBar and Roberto Cabeza was reported in the June 10, 2004, issue of the journal Neuron. Dolcos is a research associate in the Brain Imaging and Analysis Center and LaBar and Cabeza are, respectively, assistant and associate professors of psychological and brain sciences. They are also faculty in the Center for Cognitive Neurosciences. Their research was supported by the National Institutes of Health.

continua...

Why grandparents prefer certain kin to others
“Not all grandparents invest the same time and resources in their grandchildren,” says UNSW psychologist and study co-author, Dr Bill von Hippel.
“Maternal grandmothers are closer to their grandchildren than other grandparents. The next closest relationship between grandparents and grandchildren is by maternal grandfathers, then paternal grandmothers and, last of all, paternal grandfathers.”
To be published in Personality & Social Psychology, the study is the first to confirm that preferential investment stems from genetic uncertainty. The finding is based on data from 780 university students who rated their emotional closeness to each biological grandparent from zero (cold or negative feelings) to 100 (warm or positive feelings).

continua...

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Dipendenza

La dipendenza è una condizione di bisogno incoercibile di uno specifico comportamento o di una determinata sostanza (stupefacenti, farmaci, alcol, shopping, Int...

Bad trip

Con l'aggiunta dell'aggettivo bad (bad trip), si indicano in specifico le esperienze psico-fisiche definibili come negative o spiacevoli per il soggetto. In it...

Afefobia

L’afefobia è una fobia specifica che si concretizza con il disagio e la paura ingiustificate e persistenti di toccare e di essere toccati da altre persone. La ...

News Letters

0
condivisioni