Pubblicità

PSICONLINE NEWS n.201 - 18.7.2004

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 260 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
  • Dichiarazione d’impegno contro l’Aids da parte dei leader religiosi
  • Poca Tv da bambini se si vuole rimanere sani da grandi
  • Contraccettivi classici e new entry
  • L'informatica contro il mal di testa
  • Babies get hands-on with language
  • Women who succeed in male-dominated careers are often seen negatively, suggests study

Dichiarazione d’impegno contro l’Aids da parte dei leader religiosi
I leader religiosi che hanno partecipato al XV Congresso internazionale sull’Aids, dopo la conclusione dei lavori hanno pubblicato una “dichiarazione d’impegno” in cui affermano che la risposta alla pandemia è ancora inadeguata.
Nella dichiarazione, i leader di quattro religioni del mondo – buddismo, cristianesimo, islam ed ebraismo – dichiarano che non si fermeranno fino a quando non si realizzerà la promessa che tutti abbiano accesso a cure e medicinali – “accesso per tutti” - e la speranza di un mondo senza Hiv/Aids. “Accesso per tutti” è stato il tema del Congresso internazionale, svoltosi tra l’11 e il 16 luglio a Bangkok.
Di seguito riportiamo il testo integrale della dichiarazione rilasciata dai leader religiosi:
Il tragico tributo dell’Hiv/Aids, così come la continua e rapida diffusione nella maggior parte del mondo, rende urgente l’appello per un nuovo impegno dei credenti verso l’obiettivo dell’“accesso per tutti”.
La crisi dell’Hiv/Aids ci ha riunito insieme perché tutti conviviamo con questa malattia. È necessario che le diverse comunità religiose condividano conoscenze ed esperienze in modo che i nostri sforzi diventino sempre più efficaci e completi. Cercheremo di avviare una nuova cultura della cooperazione interreligiosa, rispettando l'unicità delle nostre tradizioni ma puntando ai valori che condividiamo - la dignità della persona e i diritti umani.

continua...

Poca Tv da bambini se si vuole rimanere sani da grandi
Avviso per i genitori premurosi: "Se avete a cuore la salute futura dei vostri figli non permettetegli lunghe sessioni davanti alla televisione. Il rischio è che da adulti diventino obesi, fumatori e con il colesterolo alto". Parola dei ricercatori neozelandesi dell'università di Otango che suggeriscono: "I genitori diano il buon esempio e spengano la Tv. Ne beneficieranno in salute anche loro". La ricerca, pubblicata sulla rivista 'Lancet', è stata condotta su 1.000 bambini, nati tra il 1972 e il 1973, e osservati periodicamente tra i tre e i 26 anni.

continua...

Contraccettivi classici e new entry
È in arrivo il profilattico femminile: una resistente guaina di poliuretano che si inserisce nella vagina prima di un rapporto sessuale, proteggendo sia dalla gravidanza che dalle malattie a trasmissione sessuale.
Il 20% delle donne italiane continua comunque a preferire la pillola. Ma si stanno diffondendo anche il cerotto e l'anello vaginale. Due prodotti che funzionano esattamente come la pillola, rilasciando cioè ormoni che inibiscono l'ovulazione. Però si applicano in modo diverso ed evitano il processo di digestione e il passaggio attraverso il fegato .
Il cerotto, sul mercato si trova l'Evra, si applica sulla pelle (mai sul seno) per 3 settimane consecutive, seguite da una settimana d'intervallo. Gli effetti indesiderati più comuni dell'Evra sono quelli della pillola. Si segnalano tra l'altro sintomi mammari, cefalea, reazioni al sito d'applicazione del cerotto e nausea.

continua...

L'informatica contro il mal di testa
Il mal di testa è un sintomo molto complesso. Per arrivare alla definizione esatta del tipo di mal di testa di cui soffre un paziente occorrerebbe considerare una serie molto lunga di variabili, la cui presenza può portare alla diagnosi precisa. Lo strumento informatico può essere quello più idoneo per i medici per destreggiarsi di fronte ad una patologia così difficile da approcciare.
Sabato 26 giugno, ad Avellino, il congresso dell’Anircef, l’Associazione Neurologica Italiana per la Ricerca sulle Cefalee, si è occupato del ruolo che internet e l’informatica possono svolgere per consentire tutti i medici di usare gli stessi criteri.
La classificazione dell'International Headache Society ha individuato ben 150 tipi di mal di testa, per i quali non esistono marcatori biochimici o di neuroimaging utilizzabili su larga scala: nessuno specifico parametro sanguigno, nessuna ...

continua...

Babies get hands-on with language
BABIES exposed to sign language babble with their hands, even if they are not deaf. The finding supports the idea that human infants have an innate sensitivity to the rhythm of language and engage it however they can, the researchers who made the discovery claim. Everyone accepts that babies babble as a way to acquire language, but researchers are polarised about its role. One camp says that children learn to adjust the opening and closing of their mouths to make vowels and consonants by mimicking adults, but the sounds are initially without meaning. The other side argues that babbling is more than just random noise-making.
Much of it, they contend, consists of phonetic-syllabic units - the rudimentary forms of language. Laura-Ann Petitto at Dartmouth College in Hanover, New Hampshire, a leader in this camp, has argued that deaf babies who are exposed to sign language learn to babble using their hands the way hearing babies do with their mouths. Petitto believes that the hand-babbling is functionally identical to verbal babbling- only the input is different. But critics counter that deaf children cannot be directly compared with their hearing counterparts.

continua...

Women who succeed in male-dominated careers are often seen negatively, suggests study
Women in traditionally male-dominated fields, such as engineering and finance, face a difficult hurdle, according to a new study published in the Journal of Applied Psychology (Vol. 89, No. 3): If they succeed, their co-workers, both male and female, may unfairly see them as unsociable and difficult to work with.
However, women who excel in careers seen as stereotypically female, such as employee-assistance managers and educators, do not face similar censure, says study co-author Madeline Heilman, PhD, professor of psychology at New York University.
"Success is OK for a woman if it's in an area that is not [seen as] off limits to them," Heilman notes. "What we are seeing is a reaction to their violation of stereotyped norms."

continua...

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

ALESSITIMIA (O ALEXITEMIA)

Il termine alessitimia deriva dal greco e significa mancanza di parole per le emozioni  (a = mancanza, léxis = parola, thymόs = emozione ).  Esso vi...

Anancasmo

Con i termine “anancasmo”, dal greco ἀναγκασμός ossia "costrizione, violenza", ci si riferisce al sintomo delle nevrosi ossessive o compulsive, consistente nell...

Onicofagia

L'onicofagia, meglio conosciuta come il brutto vizio di mangiarsi le unghie, è un’impulso incontrollabile definito in ambito psicologico come disturbo del compo...

News Letters

0
condivisioni