Pubblicità

Psicosi mestruale "riscoperta"

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1627 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Si presenta soprattutto in occasione del primo ciclo mestruale, ha un inizio e una fine improvvisi e può manifestarsi con confusione mentale, mutismo, deliri, allucinazioni, eccitamento. è la psicosi mestruale, sindrome piuttosto rara ma conosciuta sin dal diciottesimo secolo e recentemente riscoperta da Ian Brockington, professore di psichiatria all'Università di Birmingham e autore del libro "Motherhood and Mental Health" (Maternità e Salute Mentale), considerato un classico dagli studiosi delle complesse relazioni tra funzione riproduttiva femminile e psiche. La psicosi mestruale non va confusa con la più comune sindrome premestruale, caratterizzata da depressione, ansia e irritabilità che si presentano nella settimana precedente il ciclo: infatti, i sintomi della prima sono molto più appariscenti e comportano una perdita del senso di realtà. Per quanto sia più imponente, la sintomatologia scompare però completamente in pochi giorni.

I sintomi possono comparire in occasione del ciclo o nell'intervallo tra due cicli, sempre però con una periodicità che tende a rimanere costante. Talvolta l'esplosione dei sintomi avviene nelle settimane che seguono il parto: in tal caso si parla di psicosi post-partum (che può colpire una partoriente su mille), ma nei mesi successivi la sindrome può ripresentarsi in occasione dei cicli mestruali.

In alcuni casi è stata osservata una ricorrenza mensile dei sintomi psicotici in alcune bambine, prima del loro sviluppo sessuale: quando poi comparivano i cicli, il disturbo continuava a presentarsi mensilmente, in armonia con questi ultimi.

tratto da repubblica.it - prosegui nella lettura dell'articolo

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (156328344573…

la vita è un caos, 17 Salve, siamo due sorelle di 17 anni e sono ormai 4 anni che nostra madre ha divorziato con nostro padre e dopo poco tempo ha conosciuto...

Non riesco ad andare da uno ps…

Sshx, 18 Circa 6 anni fa ho cominciato a presentare dei sintomi che, nel corso del tempo, si sono aggravati progressivamente e che adesso non mi permettono d...

Perdita improvvisa di un genit…

lorena, 26 Salve, innanzitutto ringrazio per questa preziosa opportunità. Scrivo questo messaggio per conto del mio fidanzato, lo stesso ha infatti perso il ...

Area Professionale

Articolo 26 - il Codice Deonto…

Con il commento all'articolo 26 (utenza e conflitti personali) prosegue su Psiconline.it il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settiman...

La rilevazione del trauma al T…

Il Test del Villaggio e la sua costruzione possono idealmente inscriversi in una spirale aurea sulla quale vengono declinate le diverse fasi di vita, dalla nasc...

Articolo 25 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.25 (uso degli strumenti di diagnosi e di valutazione), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Lear...

Le parole della Psicologia

Ortoressia

L'ortoressia (dal greco orthos "corretto" e orexis "appetito") è una forma di attenzione abnorme alle regole alimentari, alla scelta del cibo e alle sue caratte...

Dipendenza sessuale

“Brandon ha paura di questa intimità, fa sesso casuale o con prostitute, ma se deve davvero fare l’amore per lui è impossibile, perché lasciar entrare qualcuno ...

Depressione post-partum (depre…

La depressione post-partum è un disturbo dell’umore che ha inizio entro le prime quattro settimane successive al parto. Se nella maggior parte dei casi la gest...

News Letters

0
condivisioni