Pubblicità

Psicosi mestruale "riscoperta"

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1413 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Si presenta soprattutto in occasione del primo ciclo mestruale, ha un inizio e una fine improvvisi e può manifestarsi con confusione mentale, mutismo, deliri, allucinazioni, eccitamento. è la psicosi mestruale, sindrome piuttosto rara ma conosciuta sin dal diciottesimo secolo e recentemente riscoperta da Ian Brockington, professore di psichiatria all'Università di Birmingham e autore del libro "Motherhood and Mental Health" (Maternità e Salute Mentale), considerato un classico dagli studiosi delle complesse relazioni tra funzione riproduttiva femminile e psiche. La psicosi mestruale non va confusa con la più comune sindrome premestruale, caratterizzata da depressione, ansia e irritabilità che si presentano nella settimana precedente il ciclo: infatti, i sintomi della prima sono molto più appariscenti e comportano una perdita del senso di realtà. Per quanto sia più imponente, la sintomatologia scompare però completamente in pochi giorni.

I sintomi possono comparire in occasione del ciclo o nell'intervallo tra due cicli, sempre però con una periodicità che tende a rimanere costante. Talvolta l'esplosione dei sintomi avviene nelle settimane che seguono il parto: in tal caso si parla di psicosi post-partum (che può colpire una partoriente su mille), ma nei mesi successivi la sindrome può ripresentarsi in occasione dei cicli mestruali.

In alcuni casi è stata osservata una ricorrenza mensile dei sintomi psicotici in alcune bambine, prima del loro sviluppo sessuale: quando poi comparivano i cicli, il disturbo continuava a presentarsi mensilmente, in armonia con questi ultimi.

tratto da repubblica.it - prosegui nella lettura dell'articolo

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Relazione di coppia patologica…

Matilde, 39     Salve, da qualche anno convivo con un uomo che giunti al secondo anno si è trasformato. Inizialmente ero un po' più fredda io for...

Complesso di inferiorità (1548…

Maria, 24     Sono una ragazza di 24 anni neolaureata, mi sono trasferita a Milano per un master dove attualmente convivo con il mio fidanzato, a...

Tradimento e sofferenza (15486…

Eva, 39     Dopo 12 anni di matrimonio totalizzante e meraviglioso, ho improvvisamente tradito mio marito, una cosa che non avrei mai e poi mai c...

Area Professionale

Articolo 4 - il Codice Deontol…

Articolo 4 Nell’esercizio della professione, lo psicologo rispetta la dignità, il diritto alla riservatezza, all’autodeterminazione ed all’autonomia di coloro ...

Che cos’è il Test del Villaggi…

Il test del Villaggio è un reattivo psicodiagnostico che può essere somministrato ai bambini, agli adolescenti, agli adulti, alle coppie, alla coppia genitore-b...

Articolo 3 - il Codice Deontol…

Articolo 3 Lo psicologo considera suo dovere accrescere le conoscenze sul comportamento umano ed utilizzarle per promuovere il benessere psicologico dell’indiv...

Le parole della Psicologia

Catalessia

Detta anche catalessi, è uno stato patologico, ad esordio improvviso e che si protrae per brevi o lunghi periodi, in cui vi è una sospensione dei movimenti volo...

Eiaculazione precoce

Può essere definita come la difficoltà o incapacità da parte dell'uomo nell'esercitare il controllo volontario sull'eiaculazione. L’eiaculazione precoce consis...

Sindrome di De Clerambault

La Sindrome di De Clerambault in psichiatria è un tipo di disturbo delirante in cui il paziente ha la convinzione infondata e ossessiva che un'altra persona pro...

News Letters

0
condivisioni