Pubblicità

Qual'è l'essenza della felicità? Essere innamorati, o ...

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 285 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Qual è l'essenza della felicità? Essere innamorati, o meglio ancora, avere accanto il partner ideale. Manco per sogno: per garantirsi questo stato di grazia (di cui il segnale, secondo molti, è l'assenza di altri desideri, l'appagamento) il segreto sta nell'amicizia duratura, nel poter contare su un buon numero di amici fidati. La giovinezza è per definizione l'epoca felice della vita. No; le persone più contente si collocano nella fascia dai cinquant'anni in su.

I soldi, recita il proverbio, non bastano a garantire la felicità, ma siamo convinti tutti che siano una buona ipoteca per conquistarla. Non sembra vero neanche questo: i poverissimi Portorico e Messico sono i Paesi dove la gente è più appagata della propria esistenza (è il dato sorprendente emerso da un'indagine condotta qualche anno fa in 82 nazioni).

Queste affermazioni, apparentemente strampalate, sono le scoperte recenti di un filone di studi cui si sono appassionati alcuni ricercatori - fra questi il premio Nobel 2002 per l'economia, Daniel Kahneman, professore di psicologia all'Università di Princeton - negli ultimi vent'anni.

tratto da Corriere.it - prosegui nella lettura dell'articolo

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Rottura di un rapporto (156631…

  Vu Thi Bich Diep, 28 Buongiorno,Io e il mio ragazzo non ci parliamo da due settimane. I motivi sono che lui si sente troppo stressato per colpa del...

Mi sento fuori dal mondo (1565…

  carol, 28 Sono una neo mamma di 28 anni, brasiliana, vivo in italia da quando ne ho 10.Il mio disagio purtroppo mi segue da quando sono piccola. Al...

Marito assente (156491757332)

  sossie, 50 Sono sposata da 25 anni ed ho due splendidi ragazzi di 15 e 11 anni. 10 anni fa dopo la nascita del secondo figlio mio marito di anni 50...

Area Professionale

Articolo 31 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.31 (consenso per i minori), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo set...

Scrivere un articolo per farsi…

Prosegue la nostra guida su come scrivere un testo per il web. Nell'articolo precedente ci siamo preoccupati di progettare il testo in modo che fosse in grado d...

Articolo 30 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.30 (compenso professionale), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo se...

Le parole della Psicologia

Mild Cognitive Impairment (MCI…

È uno stato di confine o di transizione tra l’invecchiamento normale e la demenza, noto come “lieve compromissione cognitiva”. Il declino cognitivo lieve consi...

Percezione

Tradizionalmente, gli psicologi hanno distinto il modo nel quale noi riceviamo le informazioni dal mondo esterno in due fasi separate: Sensazione: riguarda i...

Lo stereotipo

Il termine stereotipo deriva dalle parole greche "stereos" (duro, solido) e "typos" (impronta, immagine, gruppo), quindi "immagine rigida". Si tratta di...

News Letters

0
condivisioni