Pubblicità

Raccontare e ascoltare con entrambi gli emisferi cerebrali

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 607 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Molte delle aree cerebrali che si attivano quando raccontiamo un episodio della vita quotidiana sono le stesse che si attivano in chi ci ascolta, e sono situate nei due emisferi del cervello: è quanto emerge da un nuovo studio, che porta a ritenere che molti dei processi di elaborazione siano gli stessi sia per la produzione del linguaggio sia per la sua comprensione. Finora gli studi in questo campo confinavano nell'emisfero sinistro le aree deputate alla produzione linguistica.
Quando raccontiamo, facciamo affidamento su un'estesa rete di aree cerebrali situate in tutti e due gli emisferi, e non solo sull'emisfero sinistro, come indicato da precedenti ricerche. Molte di queste aree, inoltre, sono le stesse deputate alla comprensione del linguaggio. Lo afferma un nuovo studio pubblicato sui "Proceedings of the National Academy of Sciences" da Lauren J. Silbert e colleghi della Princeton University, che hanno utilizzato la risonanza magnetica funzionale, una tecnica che consente di visualizzare le aree cerebrali attivate in un soggetto impegnato in un certo compito, per analizzare le risposte neurali di alcuni volontari sottoposti a test linguistici.
La complessa architettura anatomico-funzionale coinvolta nella produzione del linguaggio in situazioni della vita reale non è ancora stata caratterizzata completamente. Finora, infatti, gli studi si sono focalizzati sulla produzione di singoli fonemi, parole o brevi frasi pronunciati in ambienti isolati e decontestualizzati.


Tratto da lescienze.it. Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Come si ritrova l'amore di viv…

polppols, 18 anni Ciao, ho 18 anni e non so bene come iniziare a scrivere questa richiesta. Non mi sono mai aperta con qualcuno liberamente e sinceramente ...

Problematiche relazionali [160…

m, 20 anni Salve, recentemente dei Miei amici mi hanno detto che dovrei vedere un terapeuta perché secondo loro ho dei problemi a capire come relazionarmi ...

Genitori che non ti accettano …

alice, 25 anni Buongiorno,scrivo perchè mi trovo in una situazione veramente difficile e ho bisogno di un consiglio. Dalla tarda adolescenza non sono mai a...

Area Professionale

Il disturbo pedofilico

Secondo il DSM-5 i criteri per diagnosticare ciò che prende il nome di disturbo pedofilico sono definiti come esperienze ricorrenti di eccitazione sessuale inte...

La psicologia forense

La psicologia forense, come definita dall'American Psychological Association è l'applicazione delle specialità cliniche al campo legale. La professione dello p...

Depressione adolescenziale e t…

Secondo un'analisi della letteratura, tra gli approcci psicoterapeutici che mostrano una certa efficacia nella gestione e trattamento della depressione adolesce...

Le parole della Psicologia

Disturbi di Personalità

Con il termine Personalità si intende l'insieme dei comportamenti di un individuo, il suo modo di percepire se stesso, gli altri e la realtà, il modo di reagire...

Training Autogeno

Il training autogeno nasce come tecnica ideata da J.H. Schultz, neurologo e psichiatra.Training significa “allenamento”, autogeno “che si genera da sé”; ciò dif...

Resilienza

Quando parliamo di resilienza ci riferiamo alla quella capacità di far fronte in modo positivo a degli eventi traumatici riorganizzando positivamente la propria...

News Letters

0
condivisioni