Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Regolazione delle emozioni nel borderline e studi di neuroimaging

on . Postato in News di psicologia | Letto 1447 volte

La ricerca ha suggerito che il disturbo borderline di personalità sia caratterizzato da un sistema di alimentazione in cui l’input che parte da regioni cerebrali frontali, come pensieri e cognizioni coscienti, determini un’eccessiva attivazione dell’amigdala

border e amigdalaI problemi di regolazione delle emozioni nella personalità borderline possono essere causate dall’attività cerebrale frontale, secondo uno studio pubblicato sulla rivista Brain Imaging and Behaviour.

La ricerca ha suggerito che il disturbo borderline di personalità sia caratterizzato da un sistema di alimentazione in cui l’input che parte da regioni cerebrali frontali, come pensieri e cognizioni coscienti, determini un’eccessiva attivazione dell’amigdala.

La valutazione delle aree cerebrali ha evidenziato differenze significative nel funzionamento del cervello, tra il sistema limbico e le regioni frontali in pazienti con disturbo borderline di personalità.

Più nello specifico, la ricerca ha dimostrato che durante l’elaborazione delle emozioni, vi è una maggiore attivazione dell’amigdala durante il processamento di informazioni negative, quanto i soggetti sono irritati e ricordano eventi di vita irrisolti.

Il campione è costituito da 24 soggetti (12 donne con disturbo borderline di personalità e 12 donne sane). Tutti i soggetti sono stati sottoposti a risonanza magnetica funzionale durante la visione di espressioni emotive facciali di paura, felicità ed espressioni neutre.

Questi input sono stati presentati in due condizioni: sia apertamente per misurare l’elaborazione cosciente dell’emozione e sia di nascosto per misurare l’elaborazione automatica inconscia delle emozioni.

Le espressioni emotive facciali di paura, in questo caso, erano presentate molto rapidamente, prima di passare ad espressioni neutre.

I risultati hanno rivelato che, nella prima procedura, i pazienti con disturbo borderline della personalità mostravano una maggiore attivazione sinistra dell’amigdala e nelle regioni corticali frontali.

Durante la seconda procedura, queste mostravano una maggiore attivazione delle regioni di controllo, tra cui l’area frontale e cortico-temporale.

I ricercatori hanno concluso che durante la visione cosciente (prima condizione) delle espressioni vi sia una maggiore attivazione corticale dell’amigdala dovuta principalmente a disfunzioni nella regolazione corticale delle emozioni.

In altre parole, pensieri e cognizioni relative alle regioni frontali del cervello cosciente possono portare ad una maggiore attività dell’amigdala e quindi ad una maggiore sensibilità emotiva.

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: Disturbo borderline di personalità sistema limbico regolazione delle emozioni attività cerebrale frontale sistema di alimentazione amigdala. espressioni emotive facciali elaborazione cosciente elaborazione inconscia risultati ricerca

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Se è amore o amicizia con un r…

ALEXA1, 52     Salve sono Alexa ho 52 anni separata da 15, mi trovo ad affrontare una strana situazione da 9 mesi. ...

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Il linguaggio

L’uomo comunica sia verbalmente che attraverso il non verbale. Il processo del linguaggio ha suscitato da sempre l’interesse degli studiosi essendo essa una car...

Barbiturici

Con il termine Barbiturici si indica quella classe di farmaci anestetici, antiepilettici ed ipnotici, derivati dall’acido barbiturico (o malonilurea), che hanno...

Gelosia retroattiva

La gelosia retroattiva prende anche il nome di sindrome di Rebecca, nome ispirato dal film di Alfred Hitchcock, ovvero Rebecca la prima moglie, tratto dal roman...

News Letters