Pubblicità

Regolazione delle emozioni nel borderline e studi di neuroimaging

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 4046 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

La ricerca ha suggerito che il disturbo borderline di personalità sia caratterizzato da un sistema di alimentazione in cui l’input che parte da regioni cerebrali frontali, come pensieri e cognizioni coscienti, determini un’eccessiva attivazione dell’amigdala

border e amigdalaI problemi di regolazione delle emozioni nella personalità borderline possono essere causate dall’attività cerebrale frontale, secondo uno studio pubblicato sulla rivista Brain Imaging and Behaviour.

La ricerca ha suggerito che il disturbo borderline di personalità sia caratterizzato da un sistema di alimentazione in cui l’input che parte da regioni cerebrali frontali, come pensieri e cognizioni coscienti, determini un’eccessiva attivazione dell’amigdala.

La valutazione delle aree cerebrali ha evidenziato differenze significative nel funzionamento del cervello, tra il sistema limbico e le regioni frontali in pazienti con disturbo borderline di personalità.

Più nello specifico, la ricerca ha dimostrato che durante l’elaborazione delle emozioni, vi è una maggiore attivazione dell’amigdala durante il processamento di informazioni negative, quanto i soggetti sono irritati e ricordano eventi di vita irrisolti.

Il campione è costituito da 24 soggetti (12 donne con disturbo borderline di personalità e 12 donne sane). Tutti i soggetti sono stati sottoposti a risonanza magnetica funzionale durante la visione di espressioni emotive facciali di paura, felicità ed espressioni neutre.

Questi input sono stati presentati in due condizioni: sia apertamente per misurare l’elaborazione cosciente dell’emozione e sia di nascosto per misurare l’elaborazione automatica inconscia delle emozioni.

Le espressioni emotive facciali di paura, in questo caso, erano presentate molto rapidamente, prima di passare ad espressioni neutre.

I risultati hanno rivelato che, nella prima procedura, i pazienti con disturbo borderline della personalità mostravano una maggiore attivazione sinistra dell’amigdala e nelle regioni corticali frontali.

Durante la seconda procedura, queste mostravano una maggiore attivazione delle regioni di controllo, tra cui l’area frontale e cortico-temporale.

I ricercatori hanno concluso che durante la visione cosciente (prima condizione) delle espressioni vi sia una maggiore attivazione corticale dell’amigdala dovuta principalmente a disfunzioni nella regolazione corticale delle emozioni.

In altre parole, pensieri e cognizioni relative alle regioni frontali del cervello cosciente possono portare ad una maggiore attività dell’amigdala e quindi ad una maggiore sensibilità emotiva.

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: Disturbo borderline di personalità sistema limbico regolazione delle emozioni attività cerebrale frontale sistema di alimentazione amigdala. espressioni emotive facciali elaborazione cosciente elaborazione inconscia risultati ricerca

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Vivo ogni giorno con sempre me…

  lola, 23 anni   Salve, sono una ragazza di 23 anni e soffro di molti dei settori sopra indicati..avrei davvero bisogno di sfogarmi con qualcun...

Come offrire aiuto ad una amic…

Soffice, 42 anni     Buongiorno, ho un’amica che soffre di dipendenza affettiva nei confronti del proprio compagno, da 20 anni. Abbiamo entra...

Superare un lutto [16164405522…

Caregiver, 50 anni       Buonasera Dottori, Ho quasi cinquant'anni, non ho figli e non sono mai stata sposata. Ho passato gli ultimi ven...

Area Professionale

Esame di Stato Psicologi 2021

In questo breve articolo ci soffermeremo sulla modalità di svolgimento dell'Esame di Stato (EDS) per la professione di Psicologo/a, ad un anno dall'esperienza p...

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Le parole della Psicologia

Dipendenza

La dipendenza è una condizione di bisogno incoercibile di uno specifico comportamento o di una determinata sostanza (stupefacenti, farmaci, alcol, shopping, Int...

Disturbo post-traumatico da st…

I principali sintomi associati al Disturbo post-traumatico da stress possono essere raggruppati in tre specie: ...

Isteria

L'isteria è una sindrome psiconevrotica, caratterizzata da manifestazioni somatiche e psichiche, che insorgono generalmente sulla base di una personalità isteri...

News Letters

0
condivisioni