Pubblicità

RICERCA NORVEGESE, LA SCUOLA RENDE PIU' "INTELLIGENTI"

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 296 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

La scuola rende piu' intelligenti.
Secondo uno studio condotto da un team di ricercatori del Dipartimento di statistica dell'Universita' di Oslo, i bambini che hanno piu' istruzione possono migliorare il loro Quoziente di Intelligenza. Finora gli studi non avevano escluso il collegamento tra quoziente intellettivo piu' alto e un livello piu' elevato di istruzione. Ora, pero', ''ci sono prove per sostenere l'idea che la scuola ti fa piu' intelligente''..

 

 

..ha detto l'autore dello studio Taryn Galloway, ricercatore presso l'Universita' norvegese. I risultati dello studio sono stati pubblicati sugli Atti della National Academy of Sciences. La Norvegia ha esteso l'obbligo di istruzione della scuola superiore fin dal 1955. Galloway e il suo collega Cristian Brinch, hanno analizzato come questa estensione della fascia di istruzione abbia influenzato l'QI. Utilizzando i dati sugli uomini nati tra il 1950 e il 1958, i ricercatori hanno esaminato il livello di scolarita' negl i ultimi 30 anni, confrontandoli con i punteggi QI degli uomini quando avevano 19 anni. ''La dimensione dell'effetto e' stata abbastanza notevole grande'', ha detto Galloway.

 

 

 

Tratto da: "agi.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia ingestibile (15442947529…

Sofia, 17     E' da un anno che la mia vita non é più come era prima. a causa del tanto stress provocato probabilmente dalla scuola e dalla famig...

Disturbo alimentare (154418616…

Isa21,  20     Carissimo psiconline, saró breve e cercheró di spiegare come mi sento in maniera piú chiara possibile.Vivo all'estero per st...

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Impulsività

L’impulsività è un elemento del carattere di ogni persona, anche se si manifesta in maniera molto più evidente rispetto alle altre, fino a divenire un vero e pr...

Ailurofobia

La ailurofobia o elurofobia comp. di ailuro-, dal gr. áilouros ‘gatto’, e -fobia. è la paura irrazionale e persistente dei gatti. La persona che manifesta ques...

Transfert

Trasferimento sulla persona dell'analista delle rappresentazioni inconsce proprie del paziente Il termine transfert dal latino “transfĕrre” - &lsqu...

News Letters

0
condivisioni