Pubblicità

Ridere fa bene alla salute dei vasi sanguigni

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 218 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)


Ridere è un toccasana per mantenere i vasi sanguigni in salute ed aiutarli a funzionare al meglio. È quanto dimostrato in una ricerca condotta alla School of Medicine dell’Università del Maryland, di Baltimora, presentata nel corso della Sessione Scientifica del convegno dell’American College of Cardiology ad Orlando, in Florida. Ridere dilata le pareti dei vasi aiutando il flusso di sangue, ha riferito il coordinatore dei lavori Michael Miller.

Lo studio è un’ulteriore evidenza di quanto le nostre emozioni influenzino il benessere del nostro organismo. La ricerca, ha raccontato Miller, ha coinvolto 20 persone, dieci uomini e dieci donne di un’età media di 33 anni, tutti sani e non fumatori. Al campione sono stati proposti a distanza di 48 ore l’uno dall’altro 16 minuti di due diversi film, una commedia e un film drammatico. La loro capacità circolatoria basale è stata misurata prima dello spettacolo fermando il flusso dell’arteria brachiale con un laccio emostatico annodato sul braccio; sciolto il laccio, con uno strumento ad ultrasuoni si è misurato come rispondevano le pareti del vaso alla forza del volume di flusso che il laccio ha fermato davanti al nodo. La stessa misura è stata ripetuta dopo che i volontari hanno visto i film.

Tratto da Yahoo! Salute - prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Borderline

“una malinconia terribile aveva invaso tutto il mio essere; tutto destava in me sorpresa e mi rendeva inquieto. mi opprimeva la sensazione che tutto era, ai mie...

Autostima

L'autostima è il processo soggettivo e duraturo che porta il soggetto a valutare e apprezzare se stesso tramite l'autoapprovazione del proprio valore personale ...

Effetto Zeigarnik

L’effetto Zeigarnik è uno stato mentale di tensione causato da un compito non portato a termine. L'effetto Zeigarnik descrive come la mente umana ha più faci...

News Letters

0
condivisioni