Pubblicità

Riflessivi o impulsivi? Scoperta l'area del self-control

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 421 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Impulsivi o riflessivi? Agire d’istinto o trattenersi non è solo questione di carattere, ma anche di cervello. Parola degli autori di uno studio pubblicato sul “Journal of Neuroscience”, che hanno scoperto l’area cerebrale del self-control.

Grazie a indagini di risonanza magnetica funzionale su 15 persone, il coordinatore Marcel Brass del Max Planck Institute for Human Cognitive and Brain Sciences (Germania) e della Ghent University (Belgio), e il collega Patrick Haggard dell’University College di Londra (Gb), hanno infatti individuato la zona dell’autocontrollo in una parte della corteccia cerebrale localizzata direttamente sopra gli occhi. In sintesi, gli scienziati hanno analizzato l’attività del cervello dei partecipanti all’esperimento, chiamati a premere un pulsante su una tastiera. In alcuni casi i volontari dovevano pigiare il tasto d’istinto, mentre in altri casi dovevano fermarsi un attimo prima di schiacciarlo. In questo modo gli esperti hanno potuto osservare le differenze tra l’attività cerebrale di chi compiva un’azione e di chi la pensava, ma poi decideva di non compierla. Risultato: nel gruppo degli “impulsivi”, rispetto al gruppo dei “trattenuti”, si accendeva un’area nella corteccia fronto-mediana centrale del cervello (dFMC).

Tratto da "Lastampa.it" - prosegui nella lettura dell'articolo

 


0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Genitore inadeguato [15992344…

DEDDA, 47 anni   Buongiorno, mia figlia 15enne soffre di blocchi emotivi a scuola. Quando deve fare un'interrogazione si chiude in se stessa, terror...

Come imparare ad andare [1599…

mar, 29 anni Ho avuto una relazione di 5 anni finita per motivi banali, incomprensioni, caratteri opposti e contrastanti. La storia é finita quasi tre anni...

MARITO DEPRESSO DA 3 MESI [159…

blu, 43 anni Buongiorno, non riesco a capire come poter aiutare mio marito che oramai sono 3 mesi che è depresso soprattutto la mattina appena sveglio e l...

Area Professionale

Funzionamento cognitivo in sog…

Recenti ricerche suggeriscono che le persone che presentano esperienze psicotiche, ma nessuna diagnosi di malattia psicotica, presentano un'alterazione del funz...

Il "potere" nella re…

Nonostante si possa pensare che vi sia uno squilibrio di potere all'interno della relazione terapeutica, in realtà lo psicoterapeuta non esercita un maggiore po...

Disfunzioni sessuali dopo la s…

L'11 giugno 2019 l'European Medicines Agency (EMA) ha formalmente dichiarato di riconoscere la disfunzione sessuale post-SSRI (Post-SSRI Sexual Dysfunction, PSS...

Le parole della Psicologia

Desiderio

Tra Freud e Lacan: Dalla ricerca dell’Altro al Desiderio dell’Altro. Il desiderio, dal latino desiderĭu(m), “desiderare”, fa riferimento ad un moto intenso d...

MUTISMO SELETTIVO

Il "Mutismo Selettivo", è un disordine dell'infanzia caratterizzato dall'uso appropriato del linguaggio in alcune situazioni, in particolare quelle familiari, e...

Workaholism

Il workaholism, o dipendenza dal lavoro, può essere definito come “una spinta interna irresistibile a lavorare in maniera eccessivamente intensa”. Esso è consid...

News Letters

0
condivisioni