Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Ruolo del glutammato e della glicina nella psicosi

on . Postato in News di psicologia | Letto 374 volte

Un nuovo studio, pubblicato sulla rivista Biological Psychiatry, ha messo in evidenza elevati livelli di glutammato e di glicina nei giovani che sperimentano per la prima volta un episodio psicotico.

glicina, episodio psicoticoSi pensa che l'attività attività cerebrale anomala riscontrabile nelle psicosi (quali: schizofrenia e disturbo bipolare) derivi, in parte, da una alterazione del funzionamento del recettore NMDA, un mediatore vitale della segnalazione cerebrale, coinvolto nell'apprendimento e nella memoria, che viene attivato da sostanze chimiche, quali il glutammato e la glicina.

Lo studio, che fornisce per la prima volta una misurazione dei livelli di glicina nei pazienti con psicosi, potrebbe essere potenzialmente molto utile per lo sviluppo di trattamenti futuri volti a ripristinare la funzionalità dei recettori NMDA.

Anni addietro, la rilevazione accurata della glicina nel cervello umano era estremamente complicata a causa dell’utilizzo di tecniche convenzionali, che prevedevano la sovrapposizione di un segnale che interferiva con la misurazione della glicina.

In questo nuovo studio, i ricercatori hanno applicato una tecnica di imaging cerebrale innovativa, conosciuta come MRS (Spettroscopia a Risonanza Magnetica), la quale ha permesso di eliminare il segnale interferente e rilevare il segnale glicinico nascosto.

Gli studiosi hanno osservato che i livelli di glicina erano più elevati in 46 pazienti che avevano esperito un episodio psicotico, rispetto al campione composto da 50 partecipanti sani.

Pubblicità

Il Dottor Dost Öngür della Harvard Medical School, pioniere della ricerca, ha affermato che i risultati dello studio suggeriscono che le anomalie dei livelli di glicina potrebbero giocare un ruolo importante nella prima fase dei disturbi psicotici.

Oltre, a livelli alterati di glicina, nei pazienti psicotici è stato riscontrato anche un incremento dei livelli di glutammato, risultato concorde con quelli emersi in altri studi, in cui era stato evidenziato un aumento del livello di glutammato nei soggetti che, per la prima volta, sperimentavano un episodio psicotico.

La grande quantità di glutammato e di glicina suggerisce che il recettore MNDA riceve una stimolazione anormale quando si parla di disturbi della sfera psicotica.

L’incremento dei livelli di glicina, tuttavia, era esattamente l’opposto di ciò che i ricercatori si aspettavano di trovare: inizialmente, infatti, avevano provato ad aumentare il livello di glicina nei pazienti, allo scopo di compensare il mal funzionamento dei recettori NMDA.

I nuovi risultati hanno rivelato che livelli maggiori di questa sostanza chimica all’inizio del disturbo potrebbero aiutare a chiarire perché l’aver voluto incrementare la quantità di glicina non abbia portato al risultato sperato.

 

Tratto da PsichCentral

(Traduzione e adattamento a cura della Dottoressa Claudia Olivieri)

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Vuoi conoscere ed acquistare i libri che parlano
di psicologia e psicoterapia?
Cercali su

logo psychostore

 

 

 

 

Tags: disturbi psicotici glicina; glutammato; episodio psicotico;

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

sig (1509381564901)

Antony, 50     Da 5 anni, più o meno nel periodo tra ottobre e gennaio, mia moglie, 48 anni, è come se cambiasse personalità. ...

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

La Comunicazione

La comunicazione (dal latino cum = con, e munire = legare, costruire e dal latino communico = mettere in comune, far partecipe) nella sua prima definizione è l...

Imago

Termine, introdotto da Jung, che designa il prototipo inconscio elaborato a partire dalle prime relazioni intersoggettive, reali o fantasmatiche, con cui il sog...

La proiezione

La proiezione è un meccanismo di difesa arcaico e primitivo che consiste nello spostare sentimenti o caratteristiche proprie, o parti del Sè, su altri oggetti o...

News Letters