Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Schizofrenia: individuati i primi segni nell'utero materno

on . Postato in News di psicologia

Alcuni studi hanno individuato un meccanismo genetico alterato alla base dello sviluppo della schizofrenia in utero. La ricerca potrebbe condurre all’identificazione di trattamenti per le donne in gravidanza con un alto rischio di avere figli con la patologia.

schizofrenia individuati i primi segni nell utero

 

Le cellule epiteliali di quattro adulti con schizofrenia hanno fornito una "finestra" senza precedenti sul processo attraverso il quale la schizofrenia si sviluppa nel grembo materno.

Un recente articolo pubblicato su “Schizophrenia Research” dagli studiosi dell’Università di Buffalo in collaborazione con la Scuola di Medicina Icahn di Mount Sinai, fornisce la prima prova del concetto per l’ipotesi secondo cui alla base della schizofrenia vi è un percorso genomico comune.

Questo lavoro rappresenta il primo passo verso la progettazione di trattamenti volti a prevenire la schizofrenia da somministrare alle donne in gravidanza che sono particolarmente a rischio di avere figli affetti da tale patologia.

Nell’ultimo decennio, le indagini genetiche hanno individuato un numero sempre maggiore di mutazioni in pazienti affetti da schizofrenia. Gli autori sono giunti alla comprensione dell’eziopatogenesi precoce della schizofrenia utilizzando le cellule epiteliali di quattro adulti con schizofrenia e di altri quattro senza la malattia, riprogrammate e riconvertite in cellule staminali pluripotenti indotte e successivamente in cellule progenitrici neuronali.

Lo studio delle cellule staminali pluripotenti indotte ha permesso di ricreare il processo che avviene durante lo sviluppo cerebrale nell’utero, ottenendo una visione senza precedenti di come la patologia si sviluppi.

Gli studiosi hanno individuato un singolo percorso di genomica, chiamato Segnalazione Nucleare Integrante di FGFR 1 (INFS), che è un punto di intersezione centrale per diverse vie che coinvolgono più di 100 geni considerati coinvolti nella schizofrenia.  La ricerca dimostra l’esistenza di un processo genetico alterato, che ha un impatto su più di 1000 geni, molti tra questi sono bersaglio della proteina FGFR1 disregolata.

Quando anche uno dei molti geni collegati alla schizofrenia subisce una mutazione, influenzando  INFS, compromette l’intero sviluppo cerebrale. Il passo successivo nella ricerca è quello di utilizzare queste cellule staminali pluripotenti indotte per studiare ulteriormente in che modo il genoma venga disregolato, causando lo sviluppo della malattia.

 

 

 

Tratto da: sciencedaily

 

 

 
 
(Traduzione e adattamento a cura della Dottoressa Rubina Auricchio)
 
 
 
 

Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su
Vuoi conoscere ed acquistare i libri che parlano
di psicologia e psicoterapia?
Cercali su

logo psicologi italiani

 

logo psychostore


 

Tags: schizofrenia

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

problemi generici (14950614224…

Michele076, 41              Soffro di continuo di ansia che mi debilita totalmente, tanto da non farmi nemmeno usci...

Ho paura di rimanere sola (14…

queenemy85, 33             Ho paura di rimanere sola. Ho paura di dire qualcosa perchè ho paura di sbagliare. ...

Pensieri fastidiosi (149511804…

Sara, 22              Buon pomeriggio! Mi chiamo sara e ho 22 anni vi scrivo per avere un parere esterno perche da ...

Area Professionale

L'importanza del modello bio-p…

Nella gestione delle problematiche psicologiche e/o comportamentali, Il trattamento deve  ispirarsi al modello bio-psico-sociale e  affrontare tutti q...

Il perdono nella pratica clini…

Secondo recenti ricerche il perdono e la capacità di perdonare possono essere correlati alla propria struttura di personalità, al processo di matu...

L' odio come paura dell’altro …

Gli atti di odio sono tentativi di distrarre sè stessi da sentimenti come la solitudine, l'impotenza, l'ingiustizia, l'inadeguateza e la vergogna. L'odio...

Le parole della Psicologia

Pedofilia

  Con il termine pedofilia si intende un disturbo della sessualità di tipo parafilico, caratterizzato da intensi e ricorrenti impulsi o fantasie se...

Erotomania

In psichiatria è un tipo di disturbo delirante in cui il paziente ha la convinzione infondata e ossessiva che un'altra persona provi sentimenti amorosi n...

Afefobia

L’afefobia è una fobia specifica che si concretizza con il disagio e la paura ingiustificate e persistenti di toccare e di essere toccati da altre ...

News Letters