Pubblicità

Schizofrenia: il nome è adeguato o andrebbe modificato?

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 436 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Il termine schizofrenia dovrebbe essere abolito perché generico, perché non definisce con esattezza un disturbo che è complesso e perché stigmatizza la persona a cui viene diagnosticata fino a rovinargli la vita. Questa fu la richiesta di Richard Bentall, docente alla School of Psychological Sciences alla Manchester University, in occasione della giornata mondiale della malattia mentale dello scorso ottobre.

Il sasso lanciato da Bentall è stato raccolto dalla comunità scientifica internazionale la quale già da tempo discute sulla opportunità di trovare un termine più appropriato ad un insieme di manifestazioni cliniche e di comportamenti che indicano una grave compromissione dell’identità della persona, del rapporto con la realtà, della struttura dei suoi pensieri e delle sue emozioni. Ma è davvero solo un problema di semantica? Sulla questione è in corso un dibattito aperto sulle pagine del British Medical Journal.

Come è cambiata al schizofrenia. Nell’ultimo secolo la comprensione di questo disturbo è cresciuta grazie anche alle maggiori conoscenze circa il funzionamento del cervello. Se agli inizi del secolo gli schizofrenici erano considerati genericamente degli "alienati", oggi è opinione condivisa dalla maggior parte degli esperti che la schizofrenia sia dovuta a un insieme di cause che, interagendo tra loro,

Tratto da "Yahoo.it" - prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ragazzo insicuro e con ansia d…

Annie, 27 anni       Buonasera! In psicologia, i cinque fattori che elencherò possono essere correlati l'uno all'altro oppure no?* Ansia d...

Situazione complessa [16102055…

  Nanna, 30 anni Ciao, ho cambiato città e lavoro per il mio compagno e ora siamo arrivati a un punto che in ogni discussione lui prende la valigia ...

Sto bene da solo  [16102359254…

 Zeno, 30 anni     Buonanotte, sono sempre stato ansioso e poco socievole ma ultimamente sento che questo problema si è esarcerbato,spesso ...

Area Professionale

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Il pensiero innovativo di Irvi…

Le opere di Irvin Yalom pongono una domanda di vasta portata: è ora che gli psicoanalisti e gli psicoterapeuti rivelino di più ai loro pazienti? E, oltre a sfid...

Psicoterapia: quali effetti su…

Uno studio pubblicato nella rivista “Psychotherapy Research” evidenzia che lavorare come psicoterapeuta e con la psicoterapia ha implicazioni complesse, sia pos...

Le parole della Psicologia

Dissociazione

La dissociazione come alterazione della struttura psichica e immagini contraddittorie di Sè. Il termine dissociazione in psicopatologia e psichiatria è ident...

Disturbo Esplosivo Intermitten…

Disturbo del comportamento caratterizzato da espressioni estreme di rabbia, spesso incontrollabili e sproporzionate rispetto alla situazione L’IED (Intermitten...

Manierismo

Questo termine sta ad indicare un uso dei mezzi espressivi eccessivo e sovraccarico, cioè una mimica, un comportamento ed un linguaggio privi di naturalezza o s...

News Letters

0
condivisioni