Pubblicità

Scoperta la causa dell’imbarazzo

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 421 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Il volto avvampa, un rivolo si sudore prende la strada che dalla fronte scende verso l’occhio, e il cuore sembra voler prendere il volo… Tutti sintomi evidenti d’imbarazzo, vergogna.
È solo questione di timidezza, di poca sicurezza di sé? In molti, fino a oggi forse la pensavano così e, magari hanno fatto la fortuna dei guru della motivazione cercando un aiuto per "guarire". Invece, a quanto pare, il motivo è molto più prosaico: è tutta una questione di cervello.

Un avvenimento qualunque, anche senza apparente motivo, può scatenare imbarazzo in tutti noi. C’è chi reagisce in modo pacato e chi invece patisce molto le situazioni e ha una reazione oltre misura. Ma, come accennato, il problema pare risiedere nella risposta di un’area cerebrale: la cosiddetta area cingolata anteriore pregenuale. Ecco quanto suggerito dalla dottoressa Virginia Sturn, del Memory and Aging Center presso l’Università della California a San Francisco che ha coordinato uno studio i cui risultati sono stati presentati al meeting annuale della American Academy of Neurology.

 

Tratto da: "lastampa.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo



 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

MARITO DEPRESSO DA 3 MESI [159…

blu, 43 anni Buongiorno, non riesco a capire come poter aiutare mio marito che oramai sono 3 mesi che è depresso soprattutto la mattina appena sveglio e l...

Consulenza [1599577765688]

Bice84, 36 anni Salve, volevo chiederle un'informazione riguardo alcuni comportamenti di mio marito. ...

Ansia che causa senso di vomi…

1234, 20 anni Salve, è da qualche mese che certe situazioni come esami orali, uscite con ragazze e in alcuni casi feste/discoteche mi causano, prima di in...

Area Professionale

La relazione gene-ambiente nel…

Fra gli scienziati è in corso un importante dibattito sui nuovi modelli che esaminano il ruolo combinato dei geni e dell'ambiente nell'evoluzione della schizofr...

Marketing e comunicazione nel …

I social media ed internet hanno modificato il modo di comunicare di milioni di persone. Di conseguenza è cambiato anche il modo di fare marketing ed è import...

Come lavorare con chi ha avuto…

Capita a psicologi e psicoterapeuti di lavorare con clienti che provengono da precedenti relazioni terapeutiche e in questo breve articolo cerchiamo di foc...

Le parole della Psicologia

Il metadone

Il metadone è un oppioide sintetico, usato in medicina come analgesico nelle cure palliative e utilizzato per ridurre l'assuefazione nella terapia sostitutiva d...

Allucinazioni

Con il termine allucinazioni si fa riferimento alla percezione di qualcosa che non esiste, ma che tuttavia viene ritenuta reale. Le allucinazioni si presenta...

I ricordi flashbulb

Le flashbulb memories (FBM o ricordi flashbulb) sono state definite per la prima volta da Brown e Kulik nel 1977 come ricordi fotografici vividi, dettagliati e ...

News Letters

0
condivisioni