Pubblicità

Scoperto il gene della sensibilità al dolore

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 307 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

sensibilità al doloreUna mutazione a carico di entrambe le copie del gene PRDM12 è all'origine di una rara condizione ereditaria che rende insensibili al dolore. Lo ha scoperto un nuovo studio su 11 famiglie affette da questo disturbo, dimostrando che il gene è espresso in modo specifico nei nocicettori, le terminazioni dei neuroni sensoriali che permettono la trasmissione degli stimoli dolorosi, e che negli embrioni di rana orchestra lo sviluppo di tutto il sistema dei neuroni sensoriali.

La percezione del dolore è fondamentale per tutti gli animali e si è evoluta come meccanismo di allerta dell'organismo per evitare danni ai tessuti e condizioni ambientali pericolose. Un nuovo studio pubblicato sulla rivista “Nature Genetics” da un ampia collaborazione di ricerca coordinata da Geoffrey Woods dell'Università di Cambridge, nel Regno Unito, e Jan Senderek, della Ludwig Maximilians University di Monaco di Baviera, ha identificato un gene, denominato PRDM12, fondamentale affinché i circuiti nervosi di percezione del dolore si sviluppino nel modo corretto.

Gli autori hanno studiato 11 famiglie tra loro non imparentate in cui ricorre una rara condizione ereditaria denominata insensibilità congenita al dolore. Gli individui che ne sono affetti sono totalmente incapaci di avvertire le stimolazioni dolorose, mentre hanno una sensibilità pressoché normale a tutti gli altri stimoli. Le conseguenze per la salute di questa condizione sono gravi: fin da bambini questi soggetti si autoinfliggono involontariamente ferite alla lingua e intorno alla bocca, e si espongono frequentemente a traumi e ferite.

 

Tratto da:lescienze.it- Prosegui nella lettura dell'articolo

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Superare una violenza subita (…

Cima, 23     Quasi due anni fa sono stata violentata da un ragazzo che conosco. ...

Efficacia farmaci per depressi…

Giovanni, 32     Per i miei sintomi di forte depressione, ansia, panico ed ipocondria con malattie somatizzate, dal 23 agosto sto curandomi con Z...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Sindrome dell’arto fantasma

 "Se togli a un uomo la gamba destra, anche a distanza di anni, ci saranno giorni in cui ti dirà che sente la gamba stanca, sì, la destra, gli farà male, p...

Percezione

Tradizionalmente, gli psicologi hanno distinto il modo nel quale noi riceviamo le informazioni dal mondo esterno in due fasi separate: Sensazione: riguarda i...

Solipsismo

Il solipsismo (dal latino "solus", solo ed "ipse", stesso, quindi "solo se stesso") è un attaccamento patologico al proprio corpo di tipo autistico o narcisisti...

News Letters

0
condivisioni