Pubblicità

Se il bimbo parla più tardi

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 549 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

È straordinaria l'emozione che si prova quando un bimbo pronuncia le sue prime parole. Sono parole semplici - in genere mamma o papà - ma riscaldano il cuore. È scontato che da allora il vocabolario si amplierà fino alle parole più difficili, nella pronuncia e nel significato.

Ma se questo processo non avviene, o ritarda significativamente ecco che i genitori entrano in una situazione di preoccupazione e d'ansia. "Il ritardo evolutivo semplice", spiega Anna Raggi, neuropsichiatra infantile di Milano, "è un rallentamento nell'evoluzione delle fasi dello sviluppo del linguaggio e, secondo alcuni esperti, una latenza superiore ai 42 mesi tra il primo uso di parole e la comparsa della parola frase.

In modo più semplicistico, siccome le prime parole compaiono intorno ai 12-15 mesi, avrà un ritardo semplice del linguaggio il bimbo che verso i 4 anni non è ancora in grado di utilizzare la parola frase.

Esistono grandi variabili individuali, ma si può parlare di disturbo del linguaggio quando il bambino di 3 anni e mezzo usa un vocabolario di poche parole solo per designare oggetti concreti, non utilizza i verbi, ha una comprensione limitata, ha difficoltà ad integrare messaggi non legati a esperienze personali, è incapace di utilizzare il simbolo e a comunicare sentimenti ed affetti".

Studi recenti indicano che una delle conseguenze del ritardo nella strutturazione del linguaggio è un successivo disturbo di apprendimento in ambito scolastico di cui la dislessia è quello più conosciuto.

tratto da Repubblica.it - prosegui nella lettura dell'articolo

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Rottura di un rapporto (156631…

  Vu Thi Bich Diep, 28 Buongiorno,Io e il mio ragazzo non ci parliamo da due settimane. I motivi sono che lui si sente troppo stressato per colpa del...

Mi sento fuori dal mondo (1565…

  carol, 28 Sono una neo mamma di 28 anni, brasiliana, vivo in italia da quando ne ho 10.Il mio disagio purtroppo mi segue da quando sono piccola. Al...

Marito assente (156491757332)

  sossie, 50 Sono sposata da 25 anni ed ho due splendidi ragazzi di 15 e 11 anni. 10 anni fa dopo la nascita del secondo figlio mio marito di anni 50...

Area Professionale

Scrivere un articolo per farsi…

Prosegue la nostra guida su come scrivere un testo per il web. Nell'articolo precedente ci siamo preoccupati di progettare il testo in modo che fosse in grado d...

Articolo 30 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.30 (compenso professionale), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo se...

Articolo 29 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.29 (uso presidi), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo settimana spi...

Le parole della Psicologia

La vecchiaia

Il passaggio dalla mid-life alla vecchiaia è al giorno d’oggi più sfumato e graduale che nel passato, a causa dell’aumento della durata media della vita, del pr...

Psicologia

La psicologia è una scienza che studia i processi psichici, consci e inconsci, cognitivi (percezione, attenzione, memoria, linguaggio, pensiero ecc.) e dinamici...

Il Cyber-Sex

La Cyber-Sex Addiction: pornografia, sesso in rete e dipendenza. Il termine Cyber-Sex, dall’inglese “sesso (Sex) cibernetico (Cybernetic), si riferisce all’att...

News Letters

0
condivisioni