Pubblicità

Se la mamma è avara di affetto il bambino diventa obeso

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 405 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Poche attenzioni e affetto possono influire anche sul peso corporeo del bambino, oltre che sull'aspetto psicologico.

I bambini piccoli hanno bisogno di coccole e affetto più di altri e la mancanza di questi, oltre ad avere un effetto psicologico negativo, possono influire sulla futura salute fisica e il rischio di obesità, secondo un nuovo studio pubblicato su Archives of Pediatrics & Adolescent Medicine.

Secondo i ricercatori dell’Università dell’Ohio (Usa), coordinati dalla dottoressa Sarah Anderson, i bambini di 24 mesi che ricevono poche attenzioni, affetto e coccole dai genitori, hanno il 30 per cento in più di rischio di essere obesi dopo i quattro anni e mezzo d’età. Il rischio ci sarebbe anche se si considerano altri possibili fattori familiari che vanno al di là della mancanza di affetto.

Come accennato, il primo danno avviene a livello psicologico: i bambini che si sentono abbandonati, che non ricevono adeguate attenzioni, in genere sviluppano delle sindromi da stress che si manifestano con paure, rabbia, ansia e, alla fine, una resistenza ai contatti con gli estranei.

 

Tratto da: "lastampa.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Vuoi conoscere la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia adatta alle tue esigenze? O quella più vicina al tuo luogo di residenza? Cercala su logo.png




 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Convinzione occhi storti (1568…

mirko, 31 Dottori perdonate il disturbo. Sono un ragazzo di 31 anni e sono quasi 5 anni che vorrei capire una cosa che mi sta facendo diventare letteralmen...

Non riesco più a vivere (15667…

Francesca007, 25 Tutto inizia dai miei 17 anni, quando capisco di non essere abbastanza per i miei genitori. Mio papà mi teneva chiusa in casa come se foss...

Superare un tradimento (156741…

Lucrezia, 42 Salve, sto con il mio compagno da 12 anni, conviviamo. All'inizio del 2019 abbiamo cominciato ad avere qualche incomprensione a causa del suo ...

Area Professionale

Articolo 34 - il Codice Deonto…

Con il commento all'art.34 (sviluppo scientifico della professione), prosegue su Psiconline.it il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che se...

I vantaggi di sfruttare i Bann…

Proseguiamo con l'illustrazione degli strumenti che ci consentono di migliorare la nostra Brand Awareness professionale e di acquisire nuova visibilità e nuova ...

Articolo 33 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.33 (lealtà e colleganza), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo setti...

Le parole della Psicologia

Rimozione

Nella teoria psicoanalitica, la rimozione è il meccanismo involontario, cioè un’operazione psichica con la quale l’individuo respinge nell’inconscio pensieri, i...

Emetofobia

Dal greco emein che significa "un atto o un'istanza di vomito" e fobia, ovvero "un esagerato solito inspiegabile e illogico timore di un particolare oggetto,&nb...

Tic

I tic sono quei disturbi, che consistono in movimenti frequenti, rapidi, involontari, apparentemente afinalistici. Sono percepiti come irresistibili, ma posson...

News Letters

0
condivisioni