Pubblicità

Se voglio ti cancello

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 318 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Ricordi particolarmente dolorosi potrebbero venire cancellati grazie a un esercizio costante, in particolare per chi soffre di disturbi come stress post-traumatici, fobie, depressione, ansia e sindrome da ossessione compulsiva. E’ quanto sostenfgono gli autori di uno studio pubblicato su Science, condotto da Brendan Depue, Tim Curran e Marie Banich del dipartimento di psicologia dell’Università del Colorado di Boulder, Usa.

Gli psicologi hanno chiesto a un gruppo di volontari di memorizzare 40 coppie di immagini, ognuna delle quali composta da un volto “neutro” e da una immagine violenta, di un incidente, di un soldato ferito, di una sedia elettrica. In un secondo momento, hanno mostrato loro solo le immagini dei visi e richiesto di pensare, o di non pensare, all’immagine che vi era associata. Dall’osservazione della attività cerebrale attraverso risonanza magnetica è risultato che la soppressione dei ricordi avviene nella corteccia prefrontale del cervello, considerata dagli esperti “sede del controllo cognitivo”.

Tratto da "Galileo.it" - prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Area Professionale

Un articolo alla volta - Comme…

Catello Parmentola ed Elena Leardini introducono il loro impegno con i visitatori di Psiconline.it a commentare, articolo dopo articolo, il Codice Deontologico ...

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Le parole della Psicologia

Eisoptrofobia

L'eisoptrofobia o spettrofobia (da non confondere con la paura degli spettri, phasmofobia) è la paura persistente, irrazionale e ingiustificata degli specchi, o...

Agorafobia

Il termine agorafobia viene dal greco e letteralmente significa: "paura degli spazi aperti”. Le persone che ne soffrono temono perciò lo spazio esterno, vissuto...

Aggressività

In psicologia indica uno stato di tensione emotiva generalmente espresso in comportamenti lesivi e di attacco. Nel corso degli anni l’aggressività...

News Letters

0
condivisioni