Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Sei una mamma lavoratrice? Tua figlia farà più carriera

on . Postato in News di psicologia

Secondo uno studio della Harvard Business School, le donne cresciute con madri lavoratrici hanno una carriera migliore, guadagnano stipendi più alti rispetto alle loro coetanee e vivono relazioni più egualitarie con i loro partner. Abbiamo approfondito il fenomeno con la psicologa Francesca Broccoli.mamma lavoratrice

Un eterno senso di colpa. È quello con cui si trovano a combattere le mamme quotidianamente divise tra il lavoro e i figli, costantemente alle prese con i minuti contati.

Sia che la donna scelga infatti di tornare alla carriera per realizzazione personale o per contribuire al bilancio familiare la decisione non è mai semplice ed è pervasa dalla sensazione di non essere mai sufficientemente presenti. Adesso, però, da oltreoceano arriva un'indagine dell'università statunitense Harvard Business School che ribalta tutti i cliché: le donne cresciute con madri lavoratrici hanno una carriera migliore, guadagnano stipendi più alti rispetto alle loro coetanee figli di mamme casalinghe e vivono relazioni più egualitarie con i loro partner.

L'indagine
Lo studio sottolinea che mentre le mamme interiorizzano gli stereotipi sociali che le portano a sentirsi in colpa verso i figli, la realtà però è ben diversa, con le figlie che beneficiano maggiormente dell'esempio positivo dato da una madre in carriera. In particolare, in media, le donne cresciute con madri lavoratrici sono pagate circa il 4% in più delle loro coetanee, hanno maggiori attitudini sociali e hanno maggiori chance di essere promosse in una posizione manageriale. Una su tre, infatti, riveste incarichi manageriali (una su quattro nel caso delle figlie di madri casalinghe). Gli effetti positivi si notano, inoltre, anche nei figli maschi. Questi ultimi hanno infatti attitudini molto più liberali verso le donne sul posto di lavoro, oltre a essere molto partecipi nella cura dei propri figli e negli altri compiti familiari.

Tratto da d.repubblica - prosegui nella lettura dell'articolo

 

Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Vuoi conoscere ed acquistare i libri che parlano
di psicologia e psicoterapia?
Cercali su

logo psychostore

 

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Stress e psoriasi (14975571212…

Tamby, 41                 Ho mia figlia di 10 anni che da 3 e mezzo soffre di psoriasi, lei è una bambina all...

Problemi con la mia ragazza e …

Sabrina, 16                   Salve, sono una ragazza di 16 anni, impegnata da quasi un anno e mezzo i...

Signor (1497211992990)

bruno, 76             Ogni giorno mi sento depresso e sempre triste nella mia vita ho pero tutti mia madre e mia nonna gl...

Area Professionale

Approvato il documento dell’Or…

Discusso e approvato al Consiglio Nazionale dell’Ordine (riunitosi sabato 17 giugno) il Documento “Ruolo della Psicologia nei Livelli Essenziali di Assistenza” ...

Workshop: I Pericoli di Facebo…

Il giorno 24 maggio 2017, presso la sede di Pescara dell’Ordine degli Psicologi della Regione Abruzzo, si è svolto il primo dei due incontri dedicati alla Web R...

La psicosi: tra Jung, Freud e …

La psicosi è, in gran parte, il risultato di una diade soggetto-oggetto che è presenta nella mente dell’individuo psicotico. Questo signific...

Le parole della Psicologia

Fobia

La fobia è una eccessiva e marcata paura di oggetti o situazioni, che comporta una elevata attivazione psicofisiologica (arousal) con conseguente aumento...

Abulia

Dal greco a-bule (non – volontà) indica uno stato soggettivo di mancanza o perdita della volontà. Si riferisce sia a un disturbo dell’attività intenzionale, pe...

Schizofasia

Profonda disgregazione del linguaggio che è sostituito da un’accozzaglia di parole o insalata di parole prive di un qualsiasi significato. Questo disturbo ling...

News Letters