Pubblicità

Sesso, un piacere diverso per lei e per lui

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 403 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Donne e uomini, diversi in tante cose, diversi anche nell’approccio alla sessualità e al piacere provato durante il sesso. Questa è la fotografia – un’ulteriore fotografia – scattata all’universo dei rapporti tra i sessi dalla sessuologa di Liegi (Belgio), Sabrina Bauwens.
La donna, secondo l’esperta, sarebbe una "macchina" per il sesso. Dotata di molte più terminazioni nervose che non l’uomo, il piacere da lei provato è quindi diverso e di gran lunga maggiore.

 

 

Basti pensare, spiega Bauwens, che nel clitoride femminile ci sono ben 8mila fibre sensoriali, contro le appena 2mila del pene dell’uomo. Già soltanto questo differenzia il piacere della donna da quello dell’uomo.
Tuttavia non è così semplice, avverte l’esperta. A concorrere al piacere ci sono diversi fattori, tutti da non sottovalutare, e non necessariamente fisici. Il fatto quindi di avere un maggior numero di fibre sensoriali non si traduce in automatico in maggiore piacere:

 

Tratto da: "lastampa.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Religione e psicologia (154766…

Luca, 28     Buona sera, premetto che il mio quesito non riguarda strettamente un malessere mentale, ma comunque un interrogativo esistenziale ch...

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Area Professionale

Un articolo alla volta - Comme…

Catello Parmentola ed Elena Leardini introducono il loro impegno con i visitatori di Psiconline.it a commentare, articolo dopo articolo, il Codice Deontologico ...

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Le parole della Psicologia

Binge Eating Disorder

Non si conosce ancora la causa esatta del BED (binge Eating Disorder), anche perché è una patologia da poco individuata e studiata come categoria a sé stante (s...

Archetipo

“La nostra psiche è costituita in armonia con la struttura dell'universo, e ciò che accade nel macrocosmo accade egualmente negli infinitesimi e più soggettivi ...

L’adolescenza

L'adolescenza (dal latino adolescentia, derivato dal verbo adolescĕre, «crescere») è quel tratto dell'età evolutiva caratterizzato dalla transizione dallo stato...

News Letters

0
condivisioni